lunedì, 04 marzo 2024

Il 13 e 14 dicembre simulazione voto online italiani all’estero. Si parte da Londra e Stoccolma

(Agenzia Vista) Roma, 02 dicembre 2023
Il 13 e 14 dicembre prossimi sarà realizzata la prima simulazione di voto online per consultazioni elettorali. L’iniziativa, non collegata ad alcun evento elettorale reale, coinvolgerà gli italiani residenti all’estero nelle circoscrizioni consolari di Londra, Monaco di Baviera, Charleroi e Stoccolma. Lo fa sapere il Viminale. La simulazione, finanziata grazie a un apposito Fondo istituito dalla legge di bilancio 2020, si svolgerà tra le 8 di mercoledì 13 e le 20 di giovedì 14, secondo le modalità disciplinate da specifiche “Linee guida” approvate con decreto del ministro dell’Interno, adottato di concerto con il ministero per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale il 7 luglio 2021. In particolare, le varie fasi del voto elettronico – autenticazione dell’elettore, votazione e raccolta dei risultati dello scrutinio – saranno gestite da una apposita piattaforma web, denominata “Portale E-vote”, realizzata dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Viminale in collaborazione con tutte le altre Amministrazioni interessate: ministero degli Esteri, dipartimento per la Trasformazione Digitale della presidenza del Consiglio dei ministri, Agenzia per l’Italia digitale, Agenzia per la cybersicurezza, ministero della Giustizia – Corte d’Appello di Roma. Alla piattaforma potranno accedere gli iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire) e i cittadini italiani temporaneamente presenti (per motivi di lavoro, studio o cure mediche) nelle quattro circoscrizioni consolari coinvolte nella simulazione, che siano in possesso di una identità digitale (Cie, Spid, Cns). Gli elettori interessati dalla simulazione saranno informati sulla loro possibilità di esprimere online il proprio voto attraverso una campagna di comunicazione realizzata dal ministero degli Esteri, con avvisi trasmessi in posta elettronica e per il tramite degli enti rappresentativi delle comunità degli italiani residenti (Comites). L’innovativa procedura verrà testata in modo graduale e progressivo per verificarne le modalità di funzionamento, l’impatto sul corpo elettorale e i conseguenti riflessi economici ed organizzativi, informa ancora il Viminale.
Fonte video: Viminale
Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev