Attualità Catanzaro Cronaca Notizie TICKERS

Irregolarità nei bandi sul turismo, condannata a tre anni l’ex responsabile dell’anticorruzione della Regione

Scritto da:

È stata condannata a tre anni ed un mese di reclusione l’ex responsabile anticorruzione della Regione Calabria Maria Gabriella Rizzo, di 59 anni. La donna è stata processata con il rito abbreviato nell’ambito di una inchiesta su presunte irregolarità nella gestione di alcuni bandi per il supporto al turismo finanziati da fondi comunitari. La Rizzo era accusata di corruzione e falsità ideologica insieme all’imprenditrice turistica di Ricadi Laura Miceli.

Secondo gli inquirenti (l’indagine è stata condotta dalla Guardia di finanza)  la dirigente della Regione avrebbe fornito all’imprenditrice informazioni segrete su bandi non pubblicati, fornendole al contempo alcune consulenze in materia. In cambio sarebbe stata ospite delle strutture ricettive facenti capo alla famiglia di Laura Miceli, ricevendo inoltre indebite donazioni di vino e offerte di pranzi.

La Miceli è sotto processo con rito ordinario, assieme ad Antonio Tolomeo, 41 anni di Catanzaro, componente la commissione incaricata alla vigilanza sul “Finanziamento di Piani di investimenti produttivi” e a Deborah Valente, 51 anni.

 

Condividi su Whatsapp
144 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA