Cronaca Notizie Primo Piano Vibo Valentia

Ispezione dei Nas all’ospedale di Serra San Bruno, sequestrati medicinali e presidi medici scaduti

Scritto da:

Un immobile vecchio, con diverse carenze dal punto di vista strutturale, “alcune criticità in merito ai locali del pronto soccorso e alcune anomalie sulla gestione delle specialità medicinali e dei presidi medico chirurgici all’interno dei vari reparti”. Si è conclusa con il sequestro amministrativo di “4mila presidi medico chirurgici e 300 specialità medicinali, ad uso di stupefacenti, entrambi scaduti di validità” l’ispezione effettuata questa mattina dai Carabinieri del Nas e di Serra San Bruno all’ospedale “San Bruno”, sito nello stesso Comune e ricompreso nell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia.

Gli accertamenti, svolti d’iniziativa, hanno interessato l’intera struttura ospedaliera “comprensiva di servizi, reparti di degenza nonché impiantistica e sicurezza sui luoghi di lavoro”. Le criticità strutturali riscontrate – scrivono i militari – sono addebitabili, sostanzialmente, all’età dell’immobile, risalente agli anni ’70, e al ridimensionamento delle prestazioni fornite all’utente. Riscontrate “varie carenze igienico strutturali”, come per esempio il funzionamento di uno solo degli ascensori presenti nell’ospedale. Poi le “criticità in merito ai locali del pronto soccorso e alcune anomalie sulla gestione delle specialità medicinali e dei presidi medico chirurgici”, che hanno portato al sequestro. Giudicate “sufficienti”, invece, le condizioni generali dei reparti di lungodegenza.

“All’esito del controllo – concludono i Carabinieri – verranno segnalati alle competenti Autorità alcuni dirigenti, funzionari e medici per le rispettive competenze. Inoltre, saranno interessati i competenti Uffici Regionali e Provinciali per i provvedimenti di competenza e non ultimo per l’adeguamento delle strutture alle normative vigenti”.

Condividi su Whatsapp
44 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA