Attualità Italia Notizie TICKERS

Ista, calo della popolazione al Sud: in Calabria la perdita è dell’oltre 3%

E' quanto emerge Censimento della popolazione e delle abitazioni - riferito agli anni 2018 e 2019 Scritto da:

Rispetto al 2011, si osserva un calo della popolazione nell’Italia Meridionale e nelle Isole (rispettivamente -1,9% e -2,3%), e una crescita nell’Italia Centrale (+2%) e in entrambe le ripartizioni dell’Italia Settentrionale (+1,6% nell’Italia Nord-orientale e +1,4 nell’Italia Nord-occidentale). E’ quanto emerge dal report del Censimento della popolazione e delle abitazioni – riferito agli anni 2018 e 2019 – redatto dall’Istat (CLICCA QUI PER APPROFONDIRE). A livello regionale, dal 2011 si registrano incrementi di popolazione solo in 6 regioni del Centro-Nord. Le variazioni percentuali maggiori si rilevano in Trentino-Alto Adige (+4,7%), Lazio (+4,6%), Lombardia (+3,3%) ed Emilia-Romagna (+2,8%). La popolazione aumenta, ma in misura decisamente minore, anche in Toscana (+0,6) e Veneto (+0,5%).

Perdite di popolazione superiori al 2% si registrano in Basilicata (-4,3%), Molise (-4,2%) e Calabria (-3,3%), come nel 2011, ma anche in regioni quali Liguria (-2,9%), Sicilia (-2,6%) e Puglia (-2,4%), la cui popolazione nel 2011 era sostanzialmente stabile o in lieve aumento rispetto al 2001. I cittadini stranieri risultano in crescita in tutte le regioni della Penisola, a eccezione della Valle d’Aosta, mentre sono solo quattro le regioni in cui aumenta anche la popolazione italiana: Lombardia, Lazio, Trentino-Alto Adige ed Emilia-Romagna.

La regione in cui si registra il maggior decremento di popolazione italiana è la Sicilia (-2,2% rispetto al 2011), seguita da Campania (-1,8%), Puglia (-1,7%), Piemonte (-1,2%) e Calabria (-1,2%). Tuttavia, i cittadini italiani aumentano in 1.939 comuni (quasi il 25% del totale). Si tratta per quasi tre quarti di comuni piccoli, con popolazione fino a 10mila abitanti. Più nel dettaglio, i comuni in cui si registra il maggior incremento relativo di residenti italiani sono Calliano (1.996 abitanti) in provincia di Trento, Pedesina (37 abitanti) in provincia di Sondrio e Tonengo (248) in provincia di Asti; quelli che in termini relativi perdono più residenti italiani sono Noasca (110 abitanti) in provincia di Torino, Terravecchia (661 abitanti) in provincia di Cosenza e Villa Santa Lucia degli Abruzzi (93 abitanti) in provincia dell’Aquila.

Condividi su
20 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA