Attualità Catanzaro Cosenza Crotone Notizie Primo Piano Province Reggio Calabria Vibo Valentia

Istat: sono 94.845 gli stranieri residenti in Calabria, incremento di 849 persone dal 2020

L'aumento è stato registrato in tutte le provincie calabresi, tranne Crotone

Sono 94.845 gli stranieri residenti in Calabria, secondo l’Istat, con un incremento di 849 persone dal 2020. Dal report, presentato questa mattina a Lamezia Terme, emerge che l’incremento dei residenti stranieri si registra in tutte le provincie, tranne a Crotone, dove, al contrario, si registrano meno 946 residenti stranieri. Nelle altre provincie calabresi sono cosi suddivisi: Cosenza registra un aumento poco superiore alle mille unità; Reggio Calabria +432; Catanzaro +271; Vibo Valentia circa 40 stranieri in più. Il rapporto tra genere risulta equilibrato, con una leggera prevalenza di donne, che al 31 dicembre 2020 sono il 50,2% del totale. Moltissime sono le donne provenienti dall’Europa dell’est rispetto agli uomini della stessa nazionalità, come Russia (donne 83,8%), Bielorussia (83,3%), Polonia (82,0%), Ucraina (75,2%) e Moldavia (68,5%), da cui la maggior parte delle donne arriva in Italia per svolgere lavori di supporto e cura alle famiglie. Al contrario, quote prevalenti di uomini si rilevano tra i residenti ghanesi (91,7%), pakistani (90,6%), senegalesi (88,7%), bangladesi (85,7%), egiziani (85,3%) e tunisini (61,3%). Pressoché solo uomini sono i cittadini residenti del Gambia (97,2%) e del Mali (98,3%). Secondo i dati del Ministero dell’Interno, i cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Calabria al 31 dicembre 2021 sono più di 45mila, di cui il 52,2% è costituito da uomini. Considerando lo stato civile, emerge che il 61,7% è celibe o nubile, il 36,8% è coniugato, mentre i separati, i divorziati e i vedovi sono poco più dell’1%. In riferimento alla durata del permesso di soggiorno, invece, il 59,5% è titolare di un permesso di lungo periodo, mentre il restante 40,5% è in possesso di un permesso a termine. Tra questi, il 28,8% ha un titolo rilasciato per protezione, “dato verosimilmente destinato a crescere – spiegano nel rapporto – a causa del confitto in Ucraina che ha tracciato un nuovo flusso di profughi, provocando il più grave esodo migratorio in Europa dalla Seconda guerra mondiale”.

Condividi su
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com