sabato, 25 maggio 2024

La buona sanità: lettera di ringraziamento ai sanitari della “Dulbecco”

Il prof. Ammendola ha operato una paziente quasi centenaria con un intervento di alta chirurgia oncologica necessario

immagine articolo La buona sanità: lettera di ringraziamento ai sanitari della “Dulbecco”

Pubblichiamo integralmente la lettera di ringraziamento che una figlia di una paziente ha voluto rivolgere ai sanitari dell’AOU “Dulbecco” di Catanzaro in occasione di un delicato intervento oncologico.

«Sento fortemente il bisogno di ringraziare il reparto di Chirurgia dell’Apparato Digerente nella persona del prof. Michele Ammendola, nonché il team medico del Day Hospital della Unità Operativa di Geriatria dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Renato Dulbecco” di Catanzaro diretta dalla prof.ssa Angela Sciacqua. Il 22 gennaio 2024 mia madre, M.L., nata nel lontano 1925, è stata ricoverata in regime di Day Hospital dal dott. Giuseppe Armentaro per importanti problemi di salute che parevano essere senza alcuna via d’uscita. Nei due mesi successivi i medici del DH si sono impegnati con la massima professionalità alla ricerca della causa e, nel contempo, seguendola attraverso controlli programmati e cure continue, hanno migliorato per quanto possibile le sue condizioni fisiche generali.

Identificata quindi l’origine della patologia, si sono tempestivamente rivolti al prof. Michele Ammendola affinché valutasse la fattibilità di un intervento chirurgico risolutivo, considerato improbabile e altamente rischioso per l’età molto avanzata. Il professore, tuttavia, dall’alto delle sue competenze e della sua grande umanità, non si è lasciato condizionare dal fattore anagrafico e ha prontamente esaminato la paziente dal punto di vista clinico, ritenendo possibile l’intervento.

E così il 12 aprile scorso, mia madre è stata brillantemente operata dal prof. Ammendola. Un intervento di alta chirurgia oncologica necessario. Seguita da lui, dall’equipe di anestesisti e da tutto il personale sanitario del reparto con dedizione straordinaria, ha avuto un decorso post operatorio regolare, con dimissione in sesta giornata post-operatoria in buone condizioni generali. Il risultato è stato tanto eccellente quanto inaspettato. Un risultato che ha riempito di gioia noi familiari e quanti le vogliono bene, grati e riconoscenti per la sinergia di forze messe in campo, per salvare una persona oramai vicina al secolo di vita. Con stima, ringrazio».

Maria Rijillo