Notizie Politica Primo Piano

La Calabria è stata trattata davvero male, sul piano politico, da Fratelli d’Italia. Meloni e Ferro che ne dite?

Scritto da: REDAZIONE

La Calabria è stata trattata davvero male, sul piano politico, da Fratelli d’Italia. Ma attenzione: Giorgia Meloni, leader tenace, ha ragione piena nel recriminare se ritiene che gli alleati della Lega e di Forza Italia non abbiano rispettato dei patti politici. Pacta sunt servanda, dicevano i latini, sebbene sia stata data anche l’idea, magari involontariamente, che quella partitocrazia egemone nella Prima Repubblica, e così criticata ormai da decenni, abbia rifatto in qualche modo capolino. I ragionamenti di un nuovo centrodestra (e questo riguarda soprattutto Matteo Salvini e Giorgia Meloni) sulla Rai o su qualsiasi altro ente pubblico o di diritto pubblico, o comunque di rilevanza pubblica, dovrebbero essere presentati ai cittadini come finalizzati a premiare solo ed esclusivamente la meritocrazia e non le possibili appartenenze. Dal confronto sviluppatosi sulla stampa nazionale e locale sembrerebbe emergere, ahinoi!, una più o meno rinnovata tendenza (o almeno così appare) a fare scelte un po’ partitocratiche. Non è stato un bel segnale per un’Italia che è tutta da ricostruire. Nessuno esclude, per carità, che oltre alla possibile logica partitocratica sia stata affermata o addirittura esaltata anche quella della meritocrazia, però occorrerebbe spiegarlo bene agli Italiani, ai giovani senza lavoro, ai tanti professionisti emarginati proprio da antiche “usanze” che non hanno premiato soltanto la capacità, l’esperienza, la competenza. Salvini e Meloni, ed anche Giancarlo Giorgetti così attento nella Lega a far capire quanto sia importante la stagione a guida Mario Draghi, farebbero bene ad aggiustare il tiro della comunicazione politica di Lega da un lato e di Fratelli d’Italia dall’altro: un modo nuovo di occuparsi del Paese e delle Regioni deve pretendere che le criticate visioni o logiche partitocratiche vengano superate, abbandonate e sepolte per sempre. E dovrebbe farsi ascoltare in questo senso anche l’ottimo Guido Crosetto che in tv parla spesso di esigenza di cambiamenti veri.
Torniamo alla Calabria, Cenerentola di una situazione politica nazionale in cui il centrodestra è andato in fibrillazione. Giorgia Meloni e Wanda Ferro, che con le proprie dichiarazioni aveva anticipato di qualche ora la sua leader, devono comprendere fino in fondo che la Calabria vuole sentir parlare di grandi progetti, di programmi di sviluppo, di lotta alla disoccupazione, di guerra alla ‘ndrangheta e alla massomafia, di esaltazione delle proprie peculiarità, di difesa dell’ambiente tra un mare che non può mai essere sporco se si vuole puntare sul turismo e acque da considerare un bene assoluto alla stregua di tante materie prime fondamentali. La Calabria, quindi, non è e non vuole essere il terreno di scontro tra fazioni politiche, non è la vittima sacrificale di accordi politici saltati altrove, non è il terreno di sfida tra presunti alleati intenzionati a primeggiare per la leadership. Non si può neanche lontanamente immaginare di mettere in discussione una straordinaria risorsa politica, qual è quella di Roberto Occhiuto, per ragioni che con la Calabria non c’entrano nulla. E impressiona davvero che la brava Wanda Ferro, parlamentare calabrese e già consigliere regionale, non abbia alzato la voce per difendere un principio irrinunciabile: la Calabria non è l’ultima ruota del carro di nessuno! E ripetiamolo: si propone questa riflessione senza voler entrare nel merito delle mille ragioni che Fdi può avere nel contestare alla Lega e a Forza Italia il mancato rispetto di specifici accordi politici. La Calabria merita comunque di essere trattata con assoluto rispetto politico. E sarebbe chiamato a dire qualche cosa in tal senso anche Fausto Orsomarso, assessore regionale in quota Fdi di una coalizione di centrodestra nata con la vittoria di Jole Santelli. Fdi deve spiegare bene ai Calabresi che la Calabria non può pagare il prezzo più salato di una politica romana che, se litiga su cose che ai cittadini non importano, evidentemente è ancora troppo lontana dai problemi del popolo, delle imprese, dei giovani senza speranza e futuro.

Condividi su Whatsapp
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA