Attualità Crotone Cultura Notizie Turismo Video

La colonna di Capo Colonna liberata dalla recinzione: era lì da 15 anni

Era dal 2003 che la colonna superstite del tempio di Hera Lacinia, a Capo Colonna, non era visibile senza l’impiccio della recinzione che proprio in quell’anno venne eretta in occasione di alcuni lavori. Una soluzione che avrebbe dovuto essere temporanea, e che invece è rimasta lì per oltre 15 anni, a intralciare lo sguardo di chi avrebbe voluto osservare liberamente quel luogo magnifico con lo sfondo del cielo e del mare.

Ebbene, la recinzione è finalmente stata rimossa, e oggi lo sguardo dei visitatori può di nuovo scorrere liberamente sui resti dell’antico tempio e sul panorama mozzafiato che lo circonda.

A sottolineare l’importanza di questo primo passo dei diversi in programma nei prossimi mesi per l’azione congiunta del Polo Museale della Calabria e del Fondo per l’ambiente italiano, è la parlamentare del movimento 5Stelle e archeologa Margherita Corrado

Nel frattempo è iniziata anche l’opera di sfalcio dell’erba, che in primavera ricopre i pochi resti visibili. E a breve partirà anche l’intervento del Fai, finanziato con quasi 30mila euro dopo che Capocolonna è giunta al quarto posto nazionale nell’iniziativa “I luoghi del cuore”. Il progetto, che punta a migliorare la fruizione del luogo sarà realizzato lungo l’affaccio panoramico prospiciente la Colonna, simbolo dell’intero Parco e punto di maggiore affluenza dei visitatori

Aver rimosso la recinzione, ammonisce però Margherita Corrado, pone altre questioni legate alla sicurezza del sito – storica meta di predatori e tombaroli – ed all’abbandono dei rifiuti. Di qui il richiamo da un lato al potenziamento della sorveglianza, dall’altro all’impegno ed alla civiltà dei visitatori

104 Condivisioni