domenica, 21 luglio 2024

La Commissione regionale contro la ‘ndrangheta si occuperà anche di corruzione

immagine articolo La Commissione regionale contro la ‘ndrangheta si occuperà anche di corruzione

[fvplayer src=”/video/antimafia.mp4″ splash=”https://www.tgcal24.it/wp-content/uploads/2018/06/Commissione-regionale-contro-ndrangheta.jpg”]

La Commissione contro la ‘ndrangheta del Consiglio regionale cambia denominazione e allarga competenze e funzioni. L’organismo presieduto da Arturo Bova ha approvato la proposta di legge, proposta dallo stesso Bova, che inserisce tra le competenze della Commissione il contrasto al fenomeno della corruzione e la promozione della cultura della legalità. La stessa proposta dispone inoltre la modifica della denominazione da “Commissione contro la ‘ndrangheta in Calabria” a “Commissione consiliare contro il fenomeno della ‘ndrangheta, della corruzione e per la diffusione della cultura della legalità”. “Una scelta – ha spiegato il presidente Bova – dettata dall’esigenza di armonizzare l’attività e le funzioni della Commissione contro la ‘ndrangheta in Calabria con le recenti norme introdotte dalla legge regionale 9 del 2018 recante ‘Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della ‘ndrangheta e per la promozione della legalità, dell’economia responsabile e della trasparenza'”.

Nel corso dell’ultima riunione si è svolta l’audizione del deputato Davide Mattiello, componente delle Commissioni parlamentari Giustizia ed Antimafia, oltre che relatore della legge di riforma del Codice antimafia. “Una normativa – ha affermato Mattiello – che in vari punti ha rafforzato il reato di corruzione”. Illustrando i contenuti del nuovo Codice antimafia, Mattiello ha sottolineato che “il rapporto tra mafie e corruzione rappresenta il metodo con il quale le mafie rafforzano il loro potere. Bisogna liberarsi – ha aggiunto il parlamentare – dal cliché della mafia in coppola e lupara. La corruzione rappresenta la negoziazione su reciproche convenienze e sulla condivisione dello stesso interesse. Ed è proprio in questa convergenza di interesse che sta la forza delle mafie ed anche delle nuove mafie che emergono proprio attraverso la corruzione”