Cosenza Cronaca Notizie Primo Piano

La Dda piomba su Cosenza e provincia: ai domiciliari anche il sindaco di Rende, Marcello Manna

La Dda piomba su Cosenza e provincia: un poderoso blitz è scattato alle prime ore dell’alba di oggi. Ai domiciliari, tra gli altri, il sindaco di Rende, Marcello Manna, uno degli oltre 200 indagati. Manna, avvocato di professione, è anche attuale presidente di Anci Calabria. Nelle prossime ore si capirà quali reati siano stati contestati al primo cittadino rendese. L’operazione antimafia e anticrimine guidata dalla Direzione Distrettuale di Catanzaro al cui vertice c’è il Procuratore Nicola Gratteri, è molto ampia e articolata, ed ha richiesto l’impiego di tutte le forze di polizia: Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, nonché di reparti speciali quali Gico di Catanzaro e Scico di Roma. Numerosi i reati contestati ai diversi soggetti indagati, tra i quali associazione di stampo mafioso, traffico di stupefacenti, gravi illeciti in materia di gioco d’azzardo e di scommesse, riciclaggio, spesso con contestazione di aggravante mafiosa. Contestuali ingenti sequestri, per diverse decine di milioni di euro, di beni mobili e immobili. Ovviamente tutte le ipotesi della Dda e le relative ordinanze emesse dal Gip potranno essere vagliate, su iniziativa della difesa e nei tempi previsti dalla legge, dal Tribunale della Libertà. Tra gli indagati, proprio a seguito di specifici provvedimenti di custodia cautelare emessi dal Gip e richiesti dalla Dda, molti sono finiti in carcere, altri ai domiciliari.

Condividi su
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com