Agricoltura Notizie Primo Piano

La filiera del Peperoncino Tri Pizzi per una ‘Nduja d’eccellenza, autentica, identitaria

A giorni una manifestazione sul Monte Poro, nei campi di Michele Dotro giovane protagonista di un sogno realizzato. A cura di VideoCalabria e Magna Grecia Lifestyle Scritto da: ANTONELLA IACOBINO

VideoCalabria e Magna Grecia Lifestyle seguiranno in questi giorni la filiera del Peperoncino tri Pizzi del Monte Poro, al fine di far conoscere e sostenere una dimensione molto qualificante di questa importante attività agricola collegata alla produzione di vera ‘Nduja d’eccellenza. La filiera del Tri Pizzi, che peraltro si apre a diverse altre utilizzazioni (salumi, formaggi, gastronomia, conserve, liquori e distillati, prodotti da forno, pizze…) fa capo al giovane imprenditore agricolo Michele Dotro di Spilinga. Ormai da diversi anni Michele Dotro assicura una filiera veramente corta (e quindi non solo declamata a parole) per la produzione di ‘Nduja di straordinaria qualità. Nei campi del Monte Poro questo giovane volenteroso e coraggioso produce da sé, nei campi aziendali, le materie prime per allevare i maiali (grano tenero, orzo, mais, avena…), ingrassa i suini, coltiva il Peperoncino Tri Pizzi che la civiltà contadina ha riconosciuto come ideale per il famoso salume piccante spalmabile, dà vita alle tradizionali Orbe nel proprio laboratorio artigiano. Una filiera curata passo passo. In questi giorni di giugno la preparazione dei terreni per il trapianto del Peperoncino Tri Pizzi. Nell’immagine che correda questo servizio Michele Dotro è in uno dei campi aziendali dove sono appena state trapiantate le piantine di Tri Pizzi fornite da un vivaio locale che, tra l’altro, seleziona i semi migliori. Un duro lavoro nei campi per poter davvero firmare una filiera corta che merita di essere sempre di più conosciuta e che rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello dell’agricoltura calabrese e meridionale.

Nei prossimi giorni un’apposita manifestazione, realizzata nei campi aziendali, con la partecipazione di soggetti istituzionali ed aziende agroalimentari del territorio, spiegherà i diversi aspetti della Filiera Dotro. Di sicuro il giovane imprenditore di Spilinga nel produrre la propria rinomata ‘Nduja non si affida a carnette e grassi di provenienza straniera, non usa peperoncino estero, non cerca di risparmiare al massimo sulle materie prime inficiando le caratteristiche più tradizionali e autentiche di un salume spalmabile che merita di essere valorizzato al massimo. Michele Dotro non si abbandona a una perdente “guerra al prezzo”, abbattendo i costi in uno dei modi più veloci: rinunciare alla materia prima di filiera corta (carni e grassi di maiali allevati in proprio, peperoncino coltivato sul Monte Poro) e passare alla logica dell’importazione che non consente, poi, di poter parlare di un prodotto veramente locale e Made in Calabria. Michele Dotro sostiene che i profumi e i sapori, ma anche il colore, donati alla ‘Nduja dal Peperoncino Tri Pizzi sono di livello assoluto. C’è infine da ricordare che la filiera corta porta benefici economico-sociali a tutto il territorio di riferimento, in quanto consente di incentivare diverse dimensioni produttive. Salvatore Gaetano, presidente di Magna Grecia Lifestyle, ha commentato: “Continueremo a sostenere Michele Dotro in questa sua avvincente passione che merita enorme attenzione anche dai livelli istituzionali. Michele è un esempio di dedizione da ammirare e da presentare come esempio da seguire in tutti i comparti dell’agricoltura calabrese e meridionale”.

Condividi su Whatsapp
286 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA