Attualità Catanzaro Notizie TICKERS

“La piattaforma Calabria Sue non funziona”: l’Ordine degli architetti di Catanzaro minaccia la denuncia

Il presidente Giuseppe Macrì: "Per i professionisti è impossibile il deposito delle pratiche edilizie. S'intervenga o contesteremo l'omissione di atti d'ufficio"

“La Piattaforma Calabria dello Sportello unico dell’edilizia non permette ai professionisti calabresi di svolgere adeguatamente il proprio lavoro”. La denuncia arriva da Giuseppe Macrì, presidente dell’Ordine degli architetti della provincia di Catanzaro, in una comunicazione ufficiale inviata a Calabria Sue, Fincalabra, all’assessore regionale alle Infrastrutture Domenica Catalfamo ed al presidente facente funzione della Giunta regionale Antonino Spirlì.

Macrì parla di “totale inadeguatezza della piattaforma”, nella misura in cui “impone ai professionisti di depositarvi la documentazione progettuale necessaria per dare l’avvio ai processi edilizi e, sin dalla sua nascita, ha da un lato reso impossibile il deposito dei documenti in forma alternativa alla piattaforma e dall’altro manifestato enormi problematiche di funzionamento”.  “Il combinato di tali circostanze – scrive – ha evidentemente reso pressoché impraticabile ai professionisti il deposito delle pratiche edilizieStante che è evidentemente impraticabile proseguire su questa strada fin tanto che il portale non vedrà risolte le problematiche già più volte rappresentate”, Macrì chiede “l’immediato ripristino temporaneo da parte delle singole amministrazioni locali di forme alternative di deposito delle pratiche edilizie, che sia a mezzo p.e.c. o brevi manu, sino alla risoluzione dei problemi che a tutt’oggi il portale manifesta; la rapida risoluzione da parte delle competenti strutture regionali dei problemi del portale”.

“In assenza di tali provvedimenti – chiarisce, infine – in alternativa ai quasi lo scrivente non vede soluzione, questo Ente si troverà nella necessità di adottare ogni necessaria forma di tutela dei propri iscritti, sino a giungere eventualmente alla contestazione di quanto all’art. 328 C.P., inerente l’omissione d’atti d’ufficio“.

Condividi su Whatsapp
2 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA