Notizie Politica Primo Piano TICKERS

La Regione porta il mare in Lombardia: copia-incolla nel piano di investimento dei Fondi Ue in Calabria

La segnalazione del capogruppo del Pd in Consiglio regionale Domenico Bevacqua Scritto da:

Uno strumento di programmazione ritenuto talmente importante e decisivo per la Calabria da essere redatto con un copia-incolla. Dalla Lombardia. “Lo squilibrio tra aree urbane e rurali risulta un nodo di estrema rilevanza per lo sviluppo sostenibile ed integrato del territorio lombardo” si legge a pagina 98 del Piano di investimento del fondi europei in Calabria presentato oggi in Consiglio regionale. E per di più viene riportata in un paragrafo dedicato alla difesa idrogeologica del territorio costiero. Che notoriamente è il punto forte della Lombardia.

A segnalare l’evidente (ed incauto) copia-incolla è il capogruppo del Pd, Domenico Bevacqua, che lo ha fatto notare nel corso della seduta, provocando la richiesta – poi accettata – di rinviare la discussione del punto all’ordine del giorno. E lo ha fatto in un’aula dalla quale era assente il presidente facente funzioni della Giunta Regionale, Nino Spirlì, la cui assenza è stata stigmatizzata da più parti, considerata l’importanza della discussione.

“Il centrodestra – ha detto Bevacqua – ha presentato in Consiglio il Piano con cui la Calabria dice cosa dovrebbe fare con i prossimi fondi europei. Peccato che, invece di calare nella realtà calabrese gli ‘obiettivi’ europei, la Giunta ha fatto (o ha fatto fare) un ‘copia e incolla’ di documenti già approvati da altre Regioni. Un solo esempio: a pagina 98 del documento si legge testualmente: ‘Lo squilibrio tra aree urbane e rurali risulta un nodo di estrema rilevanza per lo sviluppo sostenibile ed integrato del territorio lombardo’”.

“Evidentemente – ha rilanciato il consigliere regionale – il ‘copia e incolla’ è stato fatto così in fretta che non ci si è neanche presi la briga di rileggere quel che si andava copiando e di cambiare i riferimenti originali. La cosa davvero incredibile, poi, è che la frase riportata è stata inserita in un paragrafo dedicato alla difesa idrogeologica del territorio costiero. E tutti siamo a conoscenza delle centinaia di chilometri di costa che segnano i confini della Lombardia! Ora, se c’è una cosa che sicuramente neppure la Lega Lombarda riuscirà mai a fare è di spostare il nostro mare a Milano. Evidentemente, però, qualcuno nel centrodestra regionale ci spera. Resta il fatto – ha concluso Bevacqua – che il documento presentato oggi è soltanto un elenco sommario e generico, senza alcuna indicazione, senza il perseguimento di alcuna visione realmente innovativa ed efficace: un Piano di Indirizzo Strategico che non presenta né un indirizzo né una strategia”.

Durissimo persino il commento del consigliere regionale della Lega, Filippo Mancuso, che ha espresso la necessità di “fare chiarezza sull’errore, individuando anche gli eventuali responsabili”. Dell’ennesima figuraccia fatta a livello nazionale

 

Condividi su Whatsapp
324 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA