Catanzaro Cronaca Notizie Primo Piano Sanità TICKERS

Lamezia, Codacons: «Ambulanza dopo un’ora e mezza, muore paziente». La replica dell’Asp di Catanzaro

Tra le due versioni emerge una differenza nella tempistica di arrivo del mezzo di soccorso Scritto da: REDAZIONE

(foto di repertorio)

Un paziente è morto aspettando un’ambulanza a Lamezia Terme: è la denuncia che ha fatto il Codacons che si è rivolto alla Procura. «Intorno alle 18,30 di avantieri – scrive l’associazione dei consumatori, raccontando la vicenda –  è stato chiesto l’intervento del 118 per una gravissima difficoltà respiratoria. La risposta dell’operatore ai familiari preoccupati, è, purtroppo, devastante: “Non abbiamo ambulanze disponibili”. Vista l’insistenza viene attivata la Postazione di Emergenza Territoriale di Girifalco, non proprio dietro l’angolo oltre ad essere rassicurati sul pronto intervento della Guardia Medica…purtroppo non intervenuta. L’ambulanza da Girifalco arriva solo dopo 90 minuti, giusto in tempo per constatare il decesso del paziente. Ovviamente non sappiamo se un tempestivo intervento avrebbe garantito qualche possibilità di sopravvivenza al malcapitato. Tuttavia è intollerabile ed anche vergognoso che nel pieno centro di una delle più popolose città calabresi, l’ambulanza impieghi 90 minuti per prestare soccorso». «Per questo motivo – afferma Francesco Di Lieto del Codacons – abbiamo chiesto alla Procura di Lamezia Terme di verificare tutte le responsabilità in questa storia di ordinaria inefficienza. In Calabria si muore perchè non ci sono ambulanze. Altrove, invece, sono i medici a mancare e, in altri casi, mancano i farmaci».

La risposta dell’Asp di Catanzaro

Sull’accaduto è intervenuta l’Azienda Sanitaria di Catanzaro con la sua ricostruzione dei fatti, ed emerge una tempistica diversa: «La prima telefonata di richiesta di intervento su Lamezia – riporta l’edizione odierna de Il Quotidiano del Sud – è arrivata alle 18:45 alla Centrale operativa del 118 e l’operatore in servizio ha attivato prontamente la Guardia medica per un codice rosso, in quanto l’ambulanza di Lamezia alle 18:26 era impegnata nel trasferimento di un altro paziente in codice rossa al pronto soccorso dell’ospedale “Pugliese” di Catanzaro. Anche l’ambulanza di Falerna era impegnata, alle 17:24, in altro codice rosso nel pronto soccorso di Lamezia Terme che poi ha dovuto centralizzare. Alle 18:49 è arrivata alla Centrale operativa del 118 un’ulteriore richiesta di soccorso, e l’operatore aveva già allertato l’ambulanza di Girifalco, che è partita alle 18:50, ed è arrivata alle 19:19 a casa del paziente, dove, purtroppo, non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Siamo vicini alla famiglia alla quale quale esprimiamo il nostro cordoglio».

Condividi su
  •  
5 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA