Attualità Cronaca Notizie Reggio Calabria

L’appello al presidente Mattarella: “Si permetta a Mimmo Lucano di salutare il padre che vive i suoi ultimi giorni”

Scritto da:

Mimmo Lucano non può andare a far visita a suo padre in fin di vita. “Una mostruosità giuridica” la definisce il Comitato Undici giugno, che sostiene l’ex sindaco di Riace, e che sta presentando un appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per consentire a Lucano di poter tornare nel Comune di Riace per far visita ed assistere il padre malato. “Il papà di Mimmo sta consumando gli ultimi giorni della sua vita – scrive il Comitato – Crediamo che sia giunto il tempo di chiedere con forza e con tutti gli strumenti possibili la revoca dell’assurdo e giuridicamente inspiegabile esilio di Domenico Lucano”.

Lucano è tutt’ora sottoposto al divieto di dimora nel Comune di Riace, dopo il coinvolgimento nell’inchiesta della procura di Locri su presunti favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e illeciti nell’affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. Il processo è in corso, la Cassazione ha smontato l’ordinanza del Riesame, ma il divieto di dimora per Lucano è stato nuovamente confermato dai giudici reggini e adesso è al vaglio della Suprema Corte. “Dopo il calvario di quest’ultimo anno – scrive il Comitato – pensiamo che Mimmo e suo padre abbiano il diritto di salutarsi con serenità dentro le mura della loro casa”.

Roberto Lucano, 93 anni, è in gravi condizioni: affetto da una serissima forma di leucemia, è stato colpito anche da un infarto. Si trova nella propria abitazione di Riace, dove il figlio non può recarsi neanche per una breve visita.

Condividi su
13 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com