Attualità Economia Italia Notizie Primo Piano TICKERS Video

L’appello dei Vigili del Fuoco discontinui alle istituzioni: «Non giratevi dall’altra parte» (VIDEO)

L'Associazione Nazionale Discontinui chiede da troppo tempo la stabilizzazione all'interno del Corpo Nazionale

E’ una battaglia che va avanti da troppo tempo e che sulla quale non si riesce a scrivere ancora la parola “fine”. Parliamo della stabilizzazione dei precari all’interno del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, i cosiddetti discontinui, che vengono reclutati in servizio a chiamata, ovvero quando c’è necessità. In ogni distaccamento provinciale, sono presenti delle graduatorie con all’interno i nomi dei discontinui che vengono contattati per aiutare i pompieri a svolgere il servizio tecnico urgente, e – dunque – sopperiscono alla carenza d’organico presente a livello nazionale di circa 4mila unità. Circa quindici anni fa è nata l’Associazione Nazionale dei Discontinui – composta da circa 11mila pompieri – con lo scopo di raggiungere la tanto agognata assunzione all’interno del Corpo. In questi ultimi tre lustri tante sono state le manifestazioni, ma anche il coinvolgimento dei rappresentati politici di diverso colore, ma che – purtroppo – non hanno portato a nulla di che. Delle problematiche dei discontinui, ne abbiamo parlato con Francesco Artusa, referente calabrese e nazionale dell’Associazione Nazionale Discontinui.

Giuseppe Laratta

607 Condivisioni