Attualità Crotone Economia e Lavoro Notizie Primo Piano TICKERS

Lavoro: continua la protesta dei tirocinanti calabresi, ma il tempo è tiranno

A luglio scadranno i contratti, e il futuro rimane incerto Scritto da: GIUSEPPE LARATTA

Protestano ad oltranza, ma il tempo è tiranno. E’ la storia dei tirocinanti calabresi che chiedono una stabilizzazione definitiva nei vari settori. In Calabria sono quasi 4200 i tirocinanti negli enti pubblici, ai quali si aggiungono quelli della giustizia e del Miur. Sono lavoratori precari ai quali viene rinnovato di anno in anno il contratto; nonostante il loro sia un “tirocinio”, svolgono una normale attività lavorativa, ricevono il Cud, ma non ricevono i contributi. A luglio scadrà il contratto ed il futuro rimane incerto: negli ultimi mesi si è parlato di una stabilizzazione a norma – passando per le Commissioni Parlamentari – con la proposta di contratto di 36 mesi part-time a 18 ore, ma si è risolto in nulla. Per questi motivi, i tirocinanti calabresi hanno intrapreso una serie di scioperi proprio per chiedere una normalizzazione della loro posizione. Tra questo mare di lavoratori, vi sono nel Crotonese anche 7 tirocinanti di Strongoli su 12 che lavorano al Comune di Melissa, tra chi svolge attività all’interno del palazzo comunale e chi in esterno per il verde pubblico. Chiedono semplicemente che vengano rispettati i loro diritti.

(in foto di copertina: una delle ultime proteste ai piedi della Cittadella Regionale)

Condividi su Whatsapp
42 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA