Ambiente CAPRICCIOTV - Io Scelgo Calabria Cultura Io scelgo Calabria Notizie Turismo Video

Le bellezze della costa crotonese tra natura, storia e archeologia

Scritto da:

Un mare cristallino che esalta le mille sfumature di lunghe spiagge rosse; scogliere che offrono asilo ad una fauna ricca e colorata; praterie di posidonia che ondeggiano sotto la spinta delle correnti. E a terra, tratti di costa che provano a resistere all’aggressione dell’uomo, opponendogli sprazzi di rigogliosa macchia mediterranea e sistemi dunali punteggiati dal giglio di mare.

Ma c’è anche una storia vecchia di millenni a raccontare i luoghi dell’Area marina protetta Capo Rizzuto, nel Crotonese. Una storia che parla di relitti affondati coi loro preziosi carichi in epoca romana, di un parco archeologico costruito attorno alla colonna superstite del tempio di Hera Lacinia, di torri di avvistamento e della magnifica fortezza di Le Castella.

Natura e storia, dunque, a caratterizzare in maniera netta 42 chilometri di costa a cavallo tra i comuni di Crotone ed Isola Capo Rizzuto, per una superficie di quasi 15mila ettari. Un’area protetta tra le più vaste d’Europa, istituita con l’obiettivo di preservare un tratto di costa unico dal punto di vista ambientale, e di tutelare il vasto e ricco patrimonio archeologico presente sui fondali marini.

Un patrimonio depredato nel tempo perché facilmente raggiungibile, ma che proprio per questa sua facilità di accesso potrebbe diventare uno dei punti di maggiore forza del territorio. Negli ultimi anni si sono succeduti diversi interventi di studio e restauro sui resti degli antichi relitti che giacciono a non troppa distanza dalla costa. L’obiettivo è anche quello di realizzare itinerari archeologici subacquei che possano essere accessibili anche soltanto con maschera e boccaglio. E nello stesso tempo impiegare ogni nuova tecnologia disponibile per valorizzarli e farli conoscere.

I reperti più delicati, invece, fanno mostra di sé nei musei di Crotone e soprattutto Capo Colonna: quest’ultimo ha un’intera sezione dedicata al mare, e sorge all’interno del parco archeologico legato al santuario di Hera Lacinia.

L’altra perla si trova a Le Castella; un gioiello la cui bellezza ed il cui fascino sono offuscati appena dallo scempio edilizio compiuto a terra. La fortezza aragonese che si staglia in mezzo alle acque cristalline dello Jonio attira ogni anno migliaia di visitatori. Gli stessi che in una manciata di chilometri possono scoprire spiaggette nuove ogni giorno, panorami sempre diversi, fondali di ogni tipo e colore, e storie antiche, raccontate dal tempo.

Condividi su Whatsapp
19 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA