Attualità L'Editoriale Notizie Primo Piano Sanità TICKERS

L’EDITORIALE | «Viva l’Italia, l’Italia che non ha paura»

Tutti, da stasera, dobbiamo fare la nostra parte in questa emergenza Scritto da:

E’ appena terminata da pochi minuti la conferenza stampa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte il quale ha annunciato la firma di un nuovo Dpcm con regole ancora più restrittive da seguire in questo momento così delicato per tutta l’Italia. E’ bene sottolinearlo, per tutta l’Italia dalle Alpi allo Stretto: non si parla più di zona rossa, gialla, arancione, verde, giusto per capirci che ormai i colori non hanno più significato. Siamo tutti sulla stessa barca – ma lo eravamo già da qualche giorno, anche se non ce ne eravamo accorti.

Il Coronavirus è un’emergenza nazionale e va affrontata e sconfitta. Ma è una battaglia che bisogna combattere tutti insieme, dalla Lombardia alla Sicilia. E’ un problema per tutti. Mai come ora dobbiamo essere un popolo unito, senza colpi di testa o azioni che potrebbero nuocere alla collettività: ed è proprio in questo senso che si inserisce uno dei punti del Dpcm che si rivolge alla movida ed ai giovani, quei cervelli in fuga dapprima dal Sud al Nord, e da 48 ore ritornati sotto il tetto natìo in preda al panico. Sono quegli stessi giovani che da due giorni sono in giro incuranti di quello che li circonda, delle regole ferree che bisogna rispettare, a maggior ragione da stasera. Ragazzi che – ci mancherebbe – in alcuni casi non hanno avuto cognizione di quanto stesse accadendo in Italia, ed erano – o sono in questo momento – in giro a fare l’aperitivo o far serata.

E’ proprio a loro che tutti si stanno rivolgendo – e questa testata non può che appoggiare il messaggio: state a casa, non uscite. Non è che si vuol fare i bacchettoni, ma ne va della salute propria, quella altrui, quella dei propri genitori, dei nonni – per chi ce li ha ancora. Inizia da stasera un periodo non definito nel quale tutti devono fare la stessa parte: bisogna fare sacrifici, tutti. Ma tutti ce la faremo ad uscire da questo incubo, solo se andremo nella stessa direzione senza colpi di testa.

Giuseppe Laratta

Condividi su Whatsapp
39 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA