Attualità Cronaca Crotone Notizie TICKERS

“Liberi di giocare”, ragazzi in campo per ricordare Dodò Gabriele a 12 anni dalla strage

Scritto da: FRANCESCA TRAVIERSO

“Sono 12 anni che torniamo qui, dove nostro figlio è stato ucciso. Potete immaginare quanto sia forte il nostro dolore. Ma lo facciamo per voi ragazzi, perché voi siete la vita, perché sappiate cos’è il male e ve ne teniate lontani. Per essere liberi”. Si è rivolta ai tanti ragazzi presenti Francesca Anastasio, la mamma di Domenico “Dodò” Gabriele, il bambino di 11 anni che il 25 giugno di 12 anni fa fu ferito a morte mentre giocava a calcetto in una contrada a nord di Crotone, vittima innocente di un agguato di mafia che quella sera contò due morti e 8 feriti. Come ogni anno i genitori di Dodò, accompagnati da amici, da altri parenti di vittime innocenti di mafia,  da istituzioni e da cittadini del Crotonese, tornano su quello stesso campetto per il torneo “Liberi di giocare”, che vede scendere in campo squadre di ragazzini che hanno all’incirca la stessa età che aveva Dodò quando fu ucciso. Il torneo, organizzato dalla Lega nazionale dilettanti, sezione di Crotone, guidata da Pino Talarico, assieme all’associazione Libera, con la partecipazione di giovanissimi arbitri dell’Aia, quest’anno ha visto di fronte le squadre giovanili di Crotone e Catanzaro, che si sono affrontate in una bella sfida terminata solo ai calci di rigore, con la vittoria del Crotone.

Ovviamente un dato puramente indicativo, in una giornata che ha un significato che va ben al di là di quello sportivo: memoria, ricordo, impegno e conoscenza. Perché non si abbassi mai la guardia. “Dobbiamo vigilare – ha affermato il coordinatore provinciale di Libera, Antonio Tata – perché l’attenzione verso le mafie non cali. A livello amministrativo centrale ormai sento parlare pochissimo di mafia: si parla quasi solo dei tanti soldi che presto arriveranno sui territori. Ebbene dobbiamo vigilare perché parte di quei soldi non finiscano per varie vie proprio in mano ai mafiosi”.

Alla manifestazione erano presenti ragazzi da tutta Italia, che tra Crotone ed Isola Capo Rizzuto stanno prendendo parte ai campi di Estate Liberi. Presenti anche il sindaco di Crotone Enzo Voce, e rappresentanti della Prefettura e delle Forze dell’ordine .

Condividi su
6 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA