sabato, 20 luglio 2024

Logistica in mare e a terra: gli ultimi preparativi del Campionato d’Altura a Crotone

immagine articolo Logistica in mare e a terra: gli ultimi preparativi del Campionato d’Altura a Crotone

Manca veramente poco all’inizio del Campionato Italiano Assoluto di Vela 2019 – trofeo BPER Banca, organizzato dal Club Velico Crotone insieme alla Federvela e all’Uvai, che si disputerà a Crotone dal 16 al 20 luglio; inoltre iniziano anche ad arrivare anche i primi equipaggi che nello specchio d’acqua pitagorico si contenderanno l’ambito trofeo. In tutto questo, fervono gli ultimi preparativi sia in mare che a terra, con l’allestimento del villaggio – del marina, della parte culturale che farà da contorno al Campionato – ma anche e soprattutto sul campo di regata. Abbiamo intervistato Pierluigi Balzano, responsabile logistica in mare del Campionato d’Altura 2019, e Gianluca Ruperto, vicepresidente Club Velico Crotone e responsabile logistica a terra.

Pierluigi come sta procedendo il lavoro “tra le onde”? Cosa ci dobbiamo aspettare?

Molto bene, ci aspetteremo un grande campionato su un campo di regata molto interessante, nuovo per quasi tutti i nostri ospiti regatanti. Ovviamente, ci aspettiamo di fare una bella figura.

Come si svilupperà, per dirla alla maniera calcistica, il campo da gioco?

Si tratta di un bastone, una partenza con il raggiungimento di una boa nella direzione del vento, e rientro di nuovo sulla partenza. Ovviamente saranno più giri che i velisti svolgeranno nei cinque giorni di competizione per ogni prova.

Entriamo nello specifico, parliamo della logistica a mare: chi ci sarà a supporto delle oltre trenta imbarcazioni?

Ci sarà la barca del Comitato insieme ad undici gommoni a supporto, che serviranno prevalentemente per posizionare il campo, prestare assistenza, la Giuria che seguirà le barche – l’arbitro per intenderci – in eventuali infrazioni al regolamento, e poi la sicurezza.

Tra le imbarcazioni che si contenderanno il titolo, il Club Velico Crotone ha organizzato anche due equipaggi.

Si, sono due barche, un Grand Soleil 37 e un First 40 con i nostri migliori atleti: la prima l’abbiamo presa a noleggio da un armatore di Roma, e la seconda è di proprietà del nostro socio Venturino Pugliese che si sta occupando anche lui della preparazione al Campionato, degli equipaggi, nonché del Comitato di Regata.

Non rimane che augurare buon vento.

Assolutamente! Non vediamo l’ora che le imbarcazioni siano sul nostro mar Jonio per offrire a tutti quanti accorreranno uno spettacolo in acqua mai visto nella città di Crotone.

***

Gianluca, se a mare si sta “fremendo” per l’inizio del Campionato, a terra come procede il lavoro con l’allestimento del villaggio?

Stiamo cercando di coinvolgere più persone possibili, più attività economiche crotonesi per far si che vengano conosciute a livello nazionale da armatori ed equipaggi di tutto rispetto. Consideriamo che tra gli equipaggi troveremo atleti di Coppa Americani, campioni olimpionici: un livello altissimo. E quindi, vogliamo lasciare il segno anche con i nostri prodotti: stiamo cercando di inserire nella cittadella, con circa trenta stand molto graziosi, tante aziende calabresi e crotonesi. Stiamo realizzando un villaggio accogliente e dinamico, per rendere la permanenza a terra dei partecipanti, dei tecnici presenti, più comoda possibile e calorosa. Dedichiamo a loro la cittadella bella e ospitale.

Entriamo nello specifico: cosa vedranno i velisti una volta attraccati nel porto di Crotone?

Vedranno un marina nuovo, abbellito e caloroso, con banchine nuove dotate di tutti i servizi come acqua, luce e tutta l’assistenza per il bunkeraggio, ovvero tutto ciò che serve alla cambusa delle barche. Vedranno tutti i nostri atleti: avranno modo di conoscere il nostro campione europeo Alessandro Cortese, fresco di vittoria al Campionato Europeo Optimist e nostra “mascotte” di riferimento, purtroppo sarà assente Demetrio Sposato, un altro atleta di punta del Club, impegnati nel Campionato Mondiale di 4.20. Ci sarà, inoltre, una cena di gala con un ricco buffet a tutti i 400 ospiti circa della regata, la cui organizzazione è affidata alle donne del Club Velico Crotone, per una serata importante. A tutto questo, si aggiunge anche il calendario di eventi culturali, in via di chiusura, curato dal club “fratello”, il My Club Velico Crotone. Sarà un calendario ricco di eventi, tra concerti e spettacoli teatrali curati da artisti calabresi, che sarà reso noto nei prossimi giorni.

Tutto ciò è stato possibile grazie alla sinergia non solo dei soci, ma anche alle istituzioni e alle associazioni di categoria.

Certo, gli ospiti troveranno un porto pulito, senza automobili, con un’area lounge destinata a loro: sono servizi creati ad hoc. Questo è l’evento più importante che abbiamo mai organizzato, strategico per lo sviluppo della città perchè da qui passeranno vari armatori con relative imbarcazioni da regata, ma anche da crociera, perchè Crotone, come noto, si trova in un punto strategico per chi naviga verso la Grecia o la Jugoslavia. Daremo prova che a Crotone ci si può fermare per qualche giorno, per visitare la nostra splendida città e regione, per mangiare bene, per fare acquisti di prodotti tipici: insomma, vogliamo dare questa impressione di città che si sta evolvendo verso il turismo nautico, e ci impegniamo affinchè questo avvenga e si consolidi nel tempo.

Insomma, c’è un bel fermento in questi ultimi giorni di preparazione.

Moltissimo fermento. Abbiamo coinvolto tutte le istituzioni, dalla Questura al Comune, la Capitaneria di Porto, Autorità Portuale. Sono tutti coinvolti perchè queste gare non sono nostre, ma sono di competenza dell’Autorità Portuale, noi chiediamo la concessione per l’utilizzo di queste aree, e devo dire che c’è sempre grande collaborazione da parte di tutti gli enti coinvolti. La parte relativa all’assistenza medica sarà curata dai Cavalieri di Malta che offrono questo servizio gratuitamente, e per noi è molto importante e per ciò li ringraziamo. Un doveroso ringraziamento è dovuto alla BPER.

G.L.