venerdì, 21 giugno 2024

Migranti: un bambino di 4 anni morto tra le 800 persone a bordo della Dattilo arrivata a Reggio Calabria

immagine articolo Migranti: un bambino di 4 anni morto tra le 800 persone a bordo della Dattilo arrivata a Reggio Calabria

C’è un bambino di 4 anni morto tra i 50 migranti soccorsi in mare nelle ultime ore e giunti in mattinata nel porto di Reggio Calabria a bordo della nave Dattilo della guardia costiera. Il bimbo si trovava con la madre per la quale la prefettura ha chiesto, immediatamente, l’assistenza psicologica. Non si conoscono, al momento, altri dettagli sulle cause del decesso ma solo che la donna e il bambino facevano parte del gruppo di migranti non provenienti da Lampedusa ma soccorsi in mare. La polizia di Stato, che sta eseguendo i controlli, ha avvertito l’autorità giudiziaria che molto probabilmente, sequestrerà la salma e disporrà l’autopsia. La donna e suo figlio viaggiavano a bordo della Dattilo arrivata a Reggio Calabria con 800 migranti a bordo. Tra di loro ce ne sono anche 50, appunto, soccorsi in mare nelle ultime ore, mentre tutti gli altri provengono dall’hotspot di Lampedusa. Al termine delle operazioni di sbarco, coordinate dalla prefettura di Reggio Calabria, i 550 migranti destinati a Reggio Calabria saranno accompagnati al centro di prima accoglienza allestito nella scuola “Boccioni” di Gallico in attesa di essere trasferiti in altre regioni in base al riparto stabilito dal ministero dell’Interno. A bordo della Dattilo ci sono altri 250 migranti che, una volta completate le operazioni sul molo di ponente, verranno accompagnati al porto di Messina.