venerdì, 24 maggio 2024

Mimmo Lucano: «Io e Ilaria Salis due “fuorilegge”»

Presentata ufficialmente quest'oggi la candidatura alle Europee dell'ex sindaco di Riace

Presentata questa mattina a Riace la candidatura alle elezioni Europee di Mimmo Lucano, già sindaco del Comune, con Alleanza Verdi e Sinistra: a sostegno di Lucano sono giunti il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi Sinistra Angelo Bonelli, il deputato e segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, Roberto Salis – padre di Ilaria, candidata nel collegio nord-ovest – e l’ex vice sindaca di Cosenza Maria Pia Funaro – anch’ella in corsa per il Parlamento Europeo.

Lucano: «Io e Ilaria due “fuorilegge”»

«Io e Ilaria siamo due “fuorilegge” – ha dichiarato Lucano – sono orgoglioso di condividere con lei il senso di un impegno politico a difesa dei diritti. Le immagini di lei incatenata mi hanno fatto un brutto effetto. Lei è antifascista come è anche la costituzione. È una combattente per la libertà. Anche il mio percorso è stato simile al suo. Cercavo una riabilitazione sul piano morale, e questa candidatura non è un caso».

Salis: «Sostegno a Ilaria importante dappertutto»

“Credo che anche dove non è candidata sia importante il sostegno ad Ilaria. Ed in ogni caso un consenso sempre più ampio ad Alleanza Verdi Sinistra è fondamentale per il raggiungimento del quorum”. Lo ha detto Roberto Salis, padre di Ilaria, detenuta in Ungheria e candidata alle elezioni europee. “Ognuno, con il proprio fiammifero – ha aggiunto Salis – deve contribuire a mantenere accesa la luce di speranza per Ilaria. Quello che è accaduto a mia figlia non deve più accadere a nessuno in Europa. E soprattutto devono cessare certi soprusi che ancora si verificano nel nostro continente. Questa visita a Riace mi ha dato l’occasione di conoscere Mimmo Lucano. Stringergli la mano é stato davvero un piacere”. Infine una critica allo Stato italiano in relazione alla vicenda di Ilaria. “Ho visto pochi risultati – ha detto Roberto Salis – per l’azione diplomatica che é stata messa in atto dalle autorità di governo del nostro Paese per risolvere la situazione di mia figlia”.

Bonelli: «Giustizia popolare per Mimmo Lucano»

“Oggi abbiamo l’occasione di trasformare l’ingiustizia che ha vissuto Riace in questi anni in una grande operazione di giustizia popolare portando Mimmo Lucano al Parlamento europeo”. Lo ha detto Angelo Bonelli nel corso della conferenza stampa in Calabria. “Riace – ha aggiunto Bonelli – è l’opposto della strategia del governo Meloni, che pensa ai lager che sono i cpr, che vuole esternalizzare e portare in Albania. Lager in cui i diritti umani non esistono e in cui chi scappa dalla guerra e dalla miseria viene visto come un criminale. Per questo abbiamo voluto portare avanti la candidatura di Mimmo Lucano e tutte le altre nel Paese”. “Anche se qui non è candidata – ha detto ancora Bonelli – votando il simbolo di Alleanza Verdi Sinistra si sostengono le ragioni di Ilaria Salis, che rappresenta il simbolo della nostra battaglia per la democrazia contro la violazione sistematica dello stato di diritto in un Paese come l’Ungheria, che fa parte dell’Unione europea. Ma la vera questione che noi poniamo oggi è se può stare in Europa un paese come l’Ungheria, che viola sistematicamente lo stato di diritto. Non c’è solo il caso di Ilaria. C’è il tema complessivo di un Paese in cui la democrazia non esiste. Questa è la battaglia che vogliamo fare e che dovrebbe riguardare tutti i democratici di questo Paese. Votando Avs e votando Mimmo Lucano noi contribuiremo a portare Ilaria Salis non solo fuori dal carcere ma anche a porre con forza il tema di un Paese come l’Ungheria che viola i diritti umani”. Secondo Bonelli, “la Calabria è la dimostrazione di come il governo italiano si approcci al sud con un atteggiamento da colonizzatore. Anche la vicenda del ponte sullo Stretto di Messina è frutto di questa logica. Noi siamo portatori di una visione che mette al centro le questioni essenziali che riguardano il Sud: sanità, scuola, istruzione, trasporti, difesa del suolo ed una grande politica di contrasto alla crisi climatica”.

Fratoianni: «Lucano portatore di un’esperienza collettiva»

“Sono qui a Riace per sostenere una candidatura straordinaria che abbiamo voluto voluto tutti e tutte insieme. Quella di Mimmo Lucano, che è portatore di un’esperienza collettiva. Un’esperienza che parla all’Italia e all’Europa, che ha bisogno di accogliere e non di escludere. Un’Europa che ha bisogno di pace, di conversione ecologica, di giustizia sociale. Quei valori in cui Lucano si è sempre riconosciuto”. Così Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra italiana. “Vogliamo un’Europa – ha aggiunto Fratoianni – che investa sulla pace anziché sulla guerra e sulla rincorsa agli armamenti, sottraendo risorse decisive a capitoli di spesa che hanno a che fare con la vita delle persone in carne ed ossa. Per arrivare qui in Calabria ci vogliono ore e ore perché le strade non ci sono. Una regione in cui la sanità è a pezzi. Pensiamo che le risorse devono essere investite innanzitutto qui”. “Siamo convinti – ha detto ancora il segretario di Sinistra italiana – che l’Europa ci sarà se sarà l’Europa della pace, della giustizia sociale, dei diritti del lavoro e del salario minimo europeo”. “Tutti i sondaggi, anche l’ultimo di lunedì scorso, ci dicono che Alleanza Verdi e Sinistra sta continuando a crescere ed è ampiamente sopra la fatidica soglia di sbarramento. Ma dobbiamo impegnarci per arrivare a questo risultato – ha concluso Fratoianni – L’8 e il 9 giugno – ha aggiunto – festeggeremo un grande risultato perché eleggeremo più europarlamentari di quanto immaginiamo. Abbiamo costruito una forza in grado di spostare gli equilibri. E questa nostra vicenda collettiva non finirà l’8 e il 9 giugno”.

NOTIZIE COLLEGATE