Province

Minniti (Pd) presenta la candidatura alla guida del partito

Scritto da:

«Ho deciso di mettermi in campo perchè considero la mia una candidatura di servizio. Di una persona che ha ricevuto tanto dal suo partito, dalla sinistra e che sente ora di dover restituire qualcosa». Lo ha dichiarato Marco Minniti a un’intervista rilasciata a Repubblica e rilanciata dal sito del Partito Democratico. L’ex Ministro dell’Interno, dunque, sembrerebbe aver preso la decisione di candidarsi alle primarie per la segreteria dei democrat che, proprio in queste ore, stanno celebrando l’assemblea nazionale.

Sempre quanto dichiarato da Minniti nell’intervista, alla base della sua scelta ci sono 550 sindaci italiani che hanno richiesto la sua candidatura alla segreteria del partito, ma anche la sua «storia personale, fatta al servizio delle istituzioni». Sempre secondo l’esponente dem, «c’è bisogno della sinistra riformista. I più deboli si sono sentiti abbandonati.  Anzi, addirittura biasimati. Quello spazio è stato colmato dai nazionalpopulisti. Basta vedere quel che è accaduto nelle nostre periferie».

Tra i competitor che corrono per la candidatura alle primarie c’è anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, probabilmente uno dei candidati più forti. Minniti, rispetto a questa “sfida a due” ha dichiarato: «intanto non è un avversario. Io penso a un ricamo unitario che valorizzi le differenze politiche. Per questo proporrò a tutti i candidati un codice di comportamento per far capire che non c’è una gestione contrapposta. Non dirò mai una parola contro di loro. Nel codice vorrei scrivere che chiunque vinca, avrà la collaborazione degli altri».

Condividi su Whatsapp
7 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA