Attualità Crotone Cultura Libri Musica Notizie Primo Piano Video

Musica e cultura, e il porto turistico di Crotone si fa salotto con vista mare

Lo scrittore Domenico Dara è stato il primo ospite della rassegna "De sera...nel porto" Scritto da: REDAZIONE

Musica, libri, iniziative sportive e culturali. Con la rassegna estiva “Di sera… nel porto”, il porto turistico di Crotone diventa una piazza, un salotto d’eccezione con vista mare. Un luogo di socialità, di confronto, di condivisione, nel quale dare vita ad iniziative che come primo obiettivo hanno quello di restituire il giusto valore ad un’area della città che – se debitamente valorizzata – ha tutte le caratteristiche per diventare un piccolo gioiello. Un luogo storico, che profuma di salsedine, racconta storie di mare e al tramonto diventa addirittura magico, con la luce dorata che incornicia pescherecci e barche a vela. Un’atmosfera che solitamente si scontra con l’utilizzo di quest’area come parcheggio, e che invece perfettamente si sposerebbe con iniziative culturali e di socialità come quelle pensate ed organizzate da Club velico e ristorante Porto Vecchio.

L’avvio alle attività l’ha dato Domenico Dara, apprezzatissimo scrittore girifalcese, invitato a presentare il suo ultimo libro Malinverno. Un romanzo che ha dentro molte delle contraddizioni che caratterizzano la nostra regione, raccontate attraverso la storia di Astolfo Malinverno, al contempo bibliotecario e custode del cimitero di Timpamara, un paese calabrese che non esiste pur esistendo in molti luoghi. Un paese in cui i libri mandati a morire nel vicino maceratoio diventano protagonisti della vita degli abitanti, e di Malinverno in particolare, per cui l’immaginazione diventa un modo per rendere migliore la propria esistenza. Quello di Dara è un romanzo pieno d’incanto sui libri, sul potere delle storie, dell’amore e dell’immaginazione, tutti concetti che l’autore ha condiviso con i numerosi presenti. La prossima serata sarà dedicata alla musica, con il concerto dei Free Love; quindi sarà la volta del giornalista Giuseppe Smorto

Tutto sulla banchina del porto vecchio, in questo primo passo fatto per mostrare quanto magnifico possa essere anche sotto il profilo turistico questo spicchio di città; un primo passo per provare a immaginarlo animato quotidianamente da piccole e medie attività legate al mare, al turismo, alla cultura; fulcro naturale di un lungomare che poche città d’Italia possono vantare.

Condividi su Whatsapp
3 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA