sabato, 25 maggio 2024

Naufragio di Steccato di Cutro: al via il processo per il timoniere

Deve rispondere di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, naufragio colposo e morte come conseguenza di altro reato

immagine articolo Naufragio di Steccato di Cutro: al via il processo per il timoniere

È iniziato con la costituzione delle parti civili il processo con rito abbreviato a carico di Mohamed Abdessalem, il siriano di 26 anni accusato dalla Procura di Crotone di essere stato il sesto e ultimo scafista del caicco “Summer Love”, naufragato il 26 febbraio 2023 a pochi metri dalle coste di Steccato di Cutro causando la morte di 94 migranti. La Presidenza del Consiglio dei ministri e il ministero dell’Interno, così come i famigliari delle vittime, hanno chiesto e ottenuto di essere accettati come parti offese nel procedimento. L’imputato ha partecipato all’udienza in video collegamento dalla Puglia, dov’è detenuto dopo essere stato coinvolto in un’altra inchiesta della Dda di Lecce. Deve rispondere di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, naufragio colposo e morte come conseguenza di altro reato.
Gli inquirenti ritengono sia stato al timone prima dell’imbarcazione “Luxury 2”, quella partita in un primo momento dalla Turchia, e poi del caicco “Summer Love” che sostituì la prima imbarcazione per un’avaria. Subito dopo il naufragio il 26enne si sarebbe dato alla fuga.