Province

Nigeriano aggredito da un un connazionale che difendeva un controllore sul treno

Hanno iniziato a litigare sul treno, dove uno protestava con il controllore e l’altro lo difendeva. E il litigio è finito con un tentato omicidio. La vittima è un ragazzo nigeriano, richiedente asilo ospite del Cas di Nicotera; è stato ricoverato in gravissime condizioni presso l’ospedale di Vibo, dov’è arrivato con profonde ferite da taglio sui polsi, inflittegli con una bottiglia di vetro rotta. Dalla prima ricostruzione dei fatti, effettuata dai Carabinieri, il ragazzo sarebbe stato aggredito e ferito da un suo connazionale, che sul treno aveva difeso il controllore che l’altro, privo di biglietto, aveva attaccato. Il litigio, iniziato sul treno, sarebbe poi proseguito fino al Cas, dove i due si sarebbero affrontati, l’uno con un bastone, l’altro con una bottiglia rotta. Proprio nel Cas i militari hanno individuato il presunto autore del tentato omicidio, il 30enne richiedente asilo nigeriano Abuo Onyekekachi. L’uomo è stato sottoposto a fermo e tradotto nel carcere di Vibo.

4 Condivisioni