giovedì, 13 giugno 2024

Occhiuto: “Pubblicata manifestazione di interesse per reclutare specializzandi da tutta Italia”

L'avviso pubblico è stato pubblicato oggi sul sito della Regione

immagine articolo Occhiuto: “Pubblicata manifestazione di interesse per reclutare specializzandi da tutta Italia”

La Regione Calabria ha pubblicato un avviso pubblico rivolto agli specializzandi di tutta Italia. Dopo le polemiche nate a seguito del reclutamento di 497 medici cubani per colmare le gravi carenze di personale medico all’interno delle strutture sanitarie pubbliche calabresi e l’interlocuzione con gli Ordini dei medici ed i rappresentanti degli specializzandi, il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, ha accolto la richiesta di questi ultimi. “Mentre lavoriamo all’integrazione dei primi medici cubani che arriveranno in Calabria a metà settembre – afferma il Governatore in una nota stampa -, oggi la Regione – così come concordato con i rappresentanti degli specializzandi, a seguito di una loro precisa richiesta – ha pubblicato una manifestazione pubblica di interesse per reclutare giovani specializzandi da tutta Italia. L’avviso riguarda posti per tutti gli ospedali e per tutte le strutture sanitarie calabresi: da Catanzaro a Polistena, da Cosenza a Locri, da Lamezia Terme a Crotone, da Vibo Valentia a Gioia Tauro. Cerchiamo specializzandi in medicina e chirurgia d’accettazione d’urgenza, pediatria, anestesia e rianimazione, chirurgia generale, medicina interna, geriatria, malattie dell’apparato cardiovascolare, ginecologia e ostetricia, radiodiagnostica, ortopedia e traumatologia, nefrologia, oncologia, malattie dell’apparato respiratorio, chirurgia vascolare, chirurgia toracica, psichiatria, e neuropsichiatria infantile. Speriamo che questa nostra manifestazione possa essere presa in considerazione da tanti giovani medici provenienti dalla nostra Regione e da tutto il Paese. Siamo pronti ad ospitare nei presidi sanitari calabresi tanti professionisti competenti, motivati, che hanno voglia di darci una mano e di mettersi in gioco”.