Attualità Cultura e Libri Notizie

Olimpiadi di Astronomia: sono diciannove gli studenti calabresi arrivati in finale. Ecco i nomi

Sono 19 i giovani studenti calabresi che rappresenteranno la nostra regione alla finale nazionale delle Olimpiadi di Astronomia del 2019 che si svolgerà a Matera dal 15 al 17 aprile. Complimenti a tutti i finalisti che, per raggiungere questo risultato, hanno dovuto superare due selezioni molto difficili. Gli iscritti all’edizione 2019 delle Olimpiadi sono stati infatti ben 8390 di cui3235, il 39%, calabresi. Gli ammessi alla Gara Interregionale a livello nazionale sono stati 875 studenti (260 per la categoria Junior 1, 307 per la categoria Junior 2 e 308 per la categoria Senior) di cui 218 calabresi. Alla finale nazionale a Matera parteciperanno in 80 (20 Junior 1, 30 Junior 2 e 30 Senior) di cui ben 19 calabresi (5 J1 – 7J2 – 7 S). La Calabria ha battuto il suo stesso record, stabilito nell’edizione precedente, in cui erano giunti in finale 16 studenti calabresi. Complimenti ai ragazzi, ma anche ai docenti delle scuole di appartenenza che hanno sostenuto e incentivato gli studenti nelle fasi di preparazione. Una partecipazione significativa, dovuta all’individuazione del Planetario Pythagoras quale decimo polo nazionale per lo svolgimento delle gare interregionali ma, soprattutto, per il supporto alla didattica, con la realizzazione di corsi intensivi, dislocati sul territorio regionale, che il Planetario ha offerto per la preparazione degli studenti.

I finalisti nazionali sono:

Categoria Junior 1: Ambrogio Miriam (Istituto Comprensivo Statale di Motta S. Giovanni), Campolo Demetrio (Istituto Comprensivo Statale “Giovanni XXIII” – Villa S. Giovanni), Chiacchio Silvia (Istituto Comprensivo Statale “B. Telesio” – Reggio Calabria), Luppino Chiara (I.C. Statale “Sant’Eufemia-Sinopoli-Melicuccà” – Sant’Eufemia d’Aspromonte), Visciglia Mariaeleonora (Istituto Comprensivo Statale “Perri – Pitagora” – Lamezia Terme);

Categoria Junior 2: Carbone Marco (Liceo Scientifico e delle S. A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria), Ferraro Maria Antonietta (Liceo Scientifico e delle S. A. Statale “A. Volta” – Reggio Calabria), Labate Gabriele (Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” – Bagnara Calabra), Morgante Antonino (I.I.S. Statale “L. Nostro – L. Repaci” – Villa S. Giovanni), Ravenda Martina Felicia (Liceo Classico Statale “T. Campanella” – Reggio Calabria), Sergi Samuele (Liceo Scientifico e delle S. A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria), Sorrentino Luigi (Liceo Scientifico Statale “M. Guerrisi” – Cittanova RC);

Categoria Senior: Altomonte Vittoria (Liceo Scientifico Statale “Euclide” – Bova Marina), Andreacchio Pasquale (Liceo Scientifico Statale “M. Guerrisi” – Cittanova), Cama Andrea (Liceo Scientifico e delle S. A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria), Dimitrov Mihail (Liceo Scientifico e delle S. A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria), Maisano Domenico (Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” – Bagnara Calabra), Martucci Anastasia (Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” – Cosenza), Verduci Alexia (I.I.S. Statale “L. Nostro – L. Repaci” – Villa S. Giovanni).

La Finale Nazionale consisterà in una gara teorica (risoluzione di problemi di astronomia, astrofisica, cosmologia e fisica moderna) e in una prova pratica (analisi di dati astronomici). Per aiutare i ragazzi ad affrontare al meglio le prove che li attendono a breve, presso il Planetario, saranno avviati i corsi di preparazione alla finale.

A conclusione della Finale Nazionale, saranno proclamati vincitori delle Olimpiadi Italiane di Astronomia 2019 i cinque studenti, per ogni categoria, che avranno conseguito i punteggi migliori. Ai quindici vincitori così individuati sarà assegnata la medaglia “Margherita Hack” per l’edizione 2019 della manifestazione. Inoltre, in accordo con il regolamento delle Olimpiadi Internazionali di Astronomia (IAO), verrà formata la Squadra Nazionale eletta a partecipare alle IAO 2019, che sarà costituita da cinque studenti, tre della categoria Junior 2 e due della categoria Senior.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •