Attualità Cucina Economia e Lavoro Notizie TICKERS Video

Olio, in Calabria prezzo in caduta libera: Coldiretti rilancia l’allarme (VIDEO)

Scritto da:

E pensare che fino a non molti anni fa lo chiamavano l’oro verde. In Calabria, la situazione per l’olivicoltura e la produzione di olio si fa sempre più drammatica. Il prezzo è in caduta inarrestabile, al punto che ormai non si riesce più a coprire i costi della raccolta, come sanno bene i proprietari degli uliveti. La filiera è strozzata da pratiche commerciali che hanno causato ribassi del 40% dei prezzi, mentre parallelamente le importazioni sono aumentate del 48%. A distanza di qualche settimana, Coldiretti Calabria torna a lanciare un accorato allarme, specie ai parlamentari eletti in Calabria, affinché facciano squadra senza distinzioni di casacca e schieramenti, ed in modo coordinato e facendo valere la rappresentanza istituzionale, s’impegnino ad affrontare le numerose criticità che affliggono un settore strategico per l’intera economia calabrese, dalle contraffazioni all’invasione di ulive ed olio stranieri, che fanno ingresso nel nostro Paese senza pagare alcun dazio, senza contare che ormai i casi di imitazioni e falsificazioni sono numerosissimi. E del resto, salvare l’olivicoltura calabrese non è solo una questione legata squisitamente ai produttori ed alle loro aziende, il che sarebbe comunque già sufficiente come motivazione per affrontare la battaglia, ma si tratta anche di una questione di salute dei cittadini, di presidio del territorio. L’agricoltura calabrese è fondamentale per i conti della regione, e la produzione olivicola, con oltre 84 mila aziende, contribuisce in maniera determinante a tamponare l’emorragia occupazionale. Ma la crisi a cui si trova di fronte in questo periodo non ha precedenti, e Coldiretti sottolinea che la politica ha il dovere di intervenire su argomenti così rilevanti. L’organizzazione agricola si è rivolta anche alla prossima giunta regionale, sebbene non sia stata varata e sia ancora solo una bozza, si concentrarsi immediatamente sul problema. L’agricoltura è stata uno dei temi centrali delle recenti elezioni regionali, e dunque è arrivato il momento di dimostrare coi fatti l’attenzione manifestata in dibattiti e comizi. I depositi sono pieni, e per l’olio extravergine il prezzo è ormai di inferiore ai 3 euro e mezzo al chilo. Per Coldiretti è indispensabile bloccare gli accordi internazionali che penalizzano la produzione olearia italiana, anche perché l’olio proveniente dalla Spagna o dai paesi nordafricani, manipolato da esperti delle triangolazioni, viene mescolato con l’immagine dell’olio italiano, perfino col silenzio di marchi storici. Per Coldiretti la situazione è esplosiva, e prese di posizione ed impegni devono essere fermi. Il presidente di Coldiretti Calabria, Aceto, estremizza arrivando ad immaginare una protesta sul modello di quella dei pastori sardi, che però causerebbe problemi molto ma molto superiori perché versare l’olio in strada creerebbe situazioni di notevole pericolo. Meglio non far esondare il malumore degli olivicoltori.

Condividi su
112 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com