venerdì, 14 giugno 2024

Omicidio Bergamini, in corso l’incidente probatorio. Ci sono già altri indagati?

immagine articolo Omicidio Bergamini, in corso l’incidente probatorio. Ci sono già altri indagati?

E’ in corso, presso il Tribunale di Castrovillari, l’incidente probatorio nel quale i periti di parte dibatteranno in aula sulle conclusioni della superperizia effettuata sulla salma di Denis Bergamini dopo la riesumazione avvenuta nel luglio scorso.

Gli undici periti che hanno svolto analisi ed esami sulla salma del calciatore del Cosenza ucciso per strangolamento il 18 novembre 1989, sono davanti al Giudice delle indagini preliminari, Teresa Reggio, perché vengano chiarite una volta per tutte le cause della morte di Bergamini.

In realtà l’esito della superperizia è stato, in parte, già divulgato da Donata Bergamini, la sorella di Denis. E rivela che Bergamini, nel momento in cui è stato sormontato (e non travolto) da un camion lungo la statale 106 jonica, era già morto “per asfissia meccanica”.

Definitivamente scartata, dunque, l’ipotesi del suicidio, che per moltissimi anni è stata sostenuta dall’ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò, e dall’autista del camion Raffaele Pisano. Bergamini è stato ucciso, probabilmente strangolato, prima di essere posizionato ad arte sotto le ruote del camion. La Internò e Pisano sono attualmente indagati per concorso in omicidio volontario, ma è molto probabile che ci siano già altre persone iscritte nel registro degli indagati.

L’avvocato di Isabella Internò, Angelo Pugliese, poco prima dell’udienza di stamattina ai microfoni di Sky ha detto di non aspettarsi “nulla di buono” dall’udienza stessa.