Cronaca Italia Notizie Primo Piano Reggio Calabria TICKERS Video

Operazione antidroga a Roma contro la cosca Marando di Platì, 21 arresti: i dettagli (VIDEO)

Scritto da:

Sono 21 le persone arrestate dai carabinieri in un’operazione antidroga contro la cosca Marando di Platì, che operava nel quartiere romano di San Basilio, una delle più importanti piazze di spaccio della Capitale, gestendo il traffico di cocaina, marijuana ed hascisc grazie ad un considerevole numero di pusher e di vedette, appostate agli ingressi del quartiere e sui tetti dei palazzi con compiti sia di vigilanza che di spaccio, e la cui presenza ha reso molto complicate le attività di osservazione degli investigatori. Decine di carabinieri dei Comandi provinciali di Roma, Napoli, Reggio Calabria, Viterbo e Frosinone hanno eseguito le misure cautelari richieste dalla Procura antimafia di Roma: le 21 persone arrestate sono ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico, spaccio e detenzione di droga, e di tentato omicidio. Gli indagati sono in tutto 34, tante quante le perquisizioni eseguite. Le indagini hanno preso il via dopo l’arresto, avvenuto il 18 marzo 2016, del titolare di un bar del quartiere Talenti, sorpreso a spacciare cocaina e marijuana ad alcuni clienti, sono proseguite coi cinque arresti avvenuti il 28 aprile 2017, in una casa in cui si preparavano migliaia di dosi di cocaina, hascisc e marijuana, e con l’inchiesta che nel luglio del 2018 ha portato all’arresto di 12 persone. Con l’operazione odierna sono stati smantellati tre diversi gruppi che facevano tutti capo ai fratelli Alfredo e Francesco Marando, figli del boss Rosario e nipoti del narcotrafficante Pasquale Marando, coordinatori e gestori del traffico che per la suddivisione dei compiti si sono ispirati al modello delle Vele di Scampìa, dove l’attività di stoccaggio e spaccio della droga è continua. Le altre figure di spicco erano i fratelli Domenico e Paolo Perre, anche loro di Platì, da qualche anno stabilitisi a San Basilio, ed i romani Marco Lenti e Gianclaudio Vannìcola. Durante una perquisizione, nella casa di uno degli arrestati è stata scoperta la contabilità di uno dei gruppi ed è stata sequestrata una notevole somma di denaro, in banconote di piccolo taglio. Il gruppo degli spacciatori mutava continuamente a causa degli arresti in flagranza, una novantina in tutto. Prima di essere fatta circolare, la droga veniva stipata nel doppiofondo di due auto, di identici modello e colore. Durante le indagini sono stati sequestrati più di 12 chili di cocaina, quasi 3 chili di hascisc e un chilo e mezzo di marijuana, e 96 mila euro in contanti.

Condividi su Whatsapp
5 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA