Cronaca Notizie Reggio Calabria

Operazione Pollino, le cosche volevano pagare la coca in bit coin

7 Condivisioni

Le cosche della ‘ndrangheta della Locride hanno cercato di pagare i fornitori di droga sudamericani in bit Coin. Il particolare è emerso nel corso della conferenza stampa in corso a Roma sull’operazione denominata “European ‘ndrangheta connection”. “Abbiamo accertato per la prima volta – ha detto il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho – il tentativo di pagare la droga in bit Coin a dimostrazione che i canali informatici sono la nuova frontiera”. “Abbiamo la prova – ha aggiunto il procuratore aggiunto di Reggio Calabria Giuseppe Lombardo – che le cosche hanno proposto ai loro referenti in Brasile il pagamento in bit Coin. Questi però hanno rifiutato ma non per mancanza di fiducia quanto probabilmente per incapacità delle strutture. Questo dimostra la capacità della ‘ndrangheta di portarsi avanti. Le cosche sono pronte gli altri no”.