Cronaca Crotone Notizie Politica Primo Piano

Operazione Stige, cosa dicono Nicodemo Oliverio e Dorina Bianchi?

Scritto da:

La vasta operazione Stige coordinata dalla Dda di Catanzaro e dal procuratore Nicola Gratteri, che ha visto spiegati centinaia di militari dell’Arma, ha impressionato non solo per la dimensione dell’attività giudiziaria avviata, ma soprattutto per il quadro economico-sociale che ne emerge. Lo abbiamo anticipato negli articoli pubblicati in questi ultimi giorni: cominceremo a porci e a porre domande, chiamando in causa le rappresentanze istituzionali e politiche, nonché i partiti che, peraltro in una fase elettorale delicatissima, sono tenuti a fare scelte ancora più ponderate, a inviare segnali chiari di rottura, a segnare momenti di eloquente cambiamento di rotta per un futuro diverso. Un concetto vogliamo ribadirlo, sottolineando però che lo stesso non scalfisce in alcun modo la primaria esigenza di confrontarsi con lo svelamento di una realtà che impressiona, che allarma, che testimonia l’assurda distintività di una buona fetta di Calabria: l’approccio generale è sempre e comunque garantista, nel senso che a fronte del coinvolgimento di tantissime persone è corretto attendere con serenità i tre gradi di giudizio, rispettando da un lato il lavoro dei magistrati e dall’altro le storie individuali. Ma un civile atteggiamento garantista non può significare posizioni di nobile distacco o di attesa passiva, o oggettive sottovalutazioni di sorta. Sin da subito, visti i risultati storici dell’inchiesta Stige, le rappresentanze istituzionali e politiche sono chiamate a esporsi con valutazioni ampie, a condividere le proprie analisi con l’opinione pubblica, a rendere evidente, al di là di ogni possibile perplessità o dubbio, quale modello economico-sociale si intende privilegiare rispetto alle dinamiche inaccettabili che sono già chiaramente emerse.

Non si spiegherebbe, del resto (e in tal senso basterebbe ricostruire gli articoli apparsi sulle stampa e la cronologia dei comunicati), come si sia quasi sempre pronti a mettersi in vista in convegni, manifestazioni e iniziative-eventi organizzati sul territorio, magari plaudendo o incensando, per poi non essere capaci, come invece si dovrebbe, di esplicitare in modo rumoroso, continuo, deciso, inequivocabile e dirimente la condanna a modelli economico-sociali che, al di là della stessa rilevanza di natura giudiziaria e penale, rappresentano il danno maggiore per la Calabria, per il lavoro, per l’impresa, per il governo della cosa pubblica. In questo contesto eventuali dichiarazioni di circostanza, affidate talora a note stampa che si disperdono nella marea delle informazioni quotidiane, non sono ovviamente sufficienti. E diciamoci la verità, servono a poco. Sarebbe fondamentale, al contrario, che con azioni mediatiche forti, e con la stessa frequenza di partecipazione a “eventi” organizzati sul territorio di riferimento, si investisse l’opinione pubblica di ragionamenti, interventi e discorsi tali da spezzare le catene di quell’assordante silenzio che sembra incombere.

Limitandoci a una valutazione meramente politica del quadro che stiamo descrivendo, non possiamo non misurare in modo insufficiente le prese di posizione, allo stato dei fatti, del parlamentare Nicodemo Oliverio e del Sottosegretario di Stato Dorina Bianchi. Il loro primario territorio di riferimento politico è quello investito dall’inchiesta Stige. Oliverio si è costantemente occupato della vita dei comuni interessati dall’operazione che ha avuto rilievo internazionale, ed è specializzato nelle materie dell’agroalimentare e della vitivinicoltura. Lo abbiamo visto spesso in prima fila, nel corso dei citati “eventi”, a parlare di agricoltura e di vino, di presente e futuro del Cirotano, di economia locale, e non ricordiamo molti accenni intensamente critici, finalizzati a sollevare forti dubbi, ad elaborare domande scomode, né ci pare abbia prestato in modo attento l’orecchio a qualche nota dissonante che pur ogni tanto è stata lanciata in un mare di interventi autocelebrativi, di esaltata condivisione di strategie di marketing territoriale evidentemente da rivedere e rifondare. Anche l’on. Dorina Bianchi, crotonese, nella qualità di Sottosegretario di Stato sui temi che ambirebbero a contraddistinguere la Calabria nel mondo piuttosto che le sirene dei Carabinieri, potrebbe e dovrebbe dire molto di più sul sistema delineato da Stige. Ripetiamo: qui non si tratta di sostituirsi ai magistrati che coordinano le inchieste e a quelli che giudicheranno secondo le regole fissate dalla Costituzione e dai Codici. Occorre, invece, sul piano rigorosamente politico, occuparsi con assoluta dedizione allo stravolgimento dell’assetto economico-sociale e civile che emerge in maniera devastante, prima di tutto sul piano dell’immagine della Calabria, del Cirotano e del Crotonese. Da un rappresentante del Governo ci saremmo aspettati l’organizzazione di conferenze stampa e di convegni, la chiamata dell’opinione pubblica a una reazione democratica finalizzata a costruire svolte durevoli, reali, tangibili, efficaci.

I parlamentari Nicodemo Oliverio e Dorina Bianchi non sono i soli, ovviamente, ai quali si può chiedere di esporsi molto di più rispetto a quanto non abbiano fatto finora, per rendere chiara la strada del cambiamento vero, per indicare modelli di convivenza sociale autenticamente alternativi, per invertire tendenze che fanno precipitare la Calabria nel baratro. Ai loro partiti di riferimento diciamo la stessa cosa, e così a quelli che agli stessi si oppongono. Del resto, così come sembra emergere dalle autorevoli parole fin qui pronunziate, Stige è solo l’inizio! (Muriatico)

 

SULL’OPERAZIONE STIGE SI PUO’ LEGGERE ANCHE:

La rivoluzione di Stige e le risposte del procuratore Gratteri a Minoli

La rivoluzione di Stige e le risposte del procuratore Gratteri a Minoli

 

L’inchiesta di Gratteri e le candidature alle politiche. È il momento del cambiamento

L’inchiesta di Gratteri e le candidature alle politiche. È il momento del cambiamento

Condividi su
33 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com