lunedì, 22 luglio 2024

PALLANUOTO | Rari Nantes Crotone-Napoli verrà in parte rigiocata

Si scenderà in vasca poichè il pitagorico Giacoppo non andava espulso

immagine articolo PALLANUOTO | Rari Nantes Crotone-Napoli verrà in parte rigiocata

Il Giudice sportivo unico nazionale ha notificato questa mattina il provvedimento di non omologazione del risultato dell’incontro di pallanuoto disputatosi sabato 25 novembre scorso tra la Rari Nantes L. Auditore e il Circolo Canottieri Napoli, disponendo di fissare una data ulteriore per la ripetizione parziale dell’incontro che dovrà essere ripresa dal momento cronometrico in cui la squadra di casa conduceva con il punteggio di 4-0.

Invero, a seguito della conclusione dell’incontro che ha sancito il pareggio tra le due squadre, affrontatesi da capoliste del campionato nella quarta giornata, la squadra del Presidente Arcuri notifica agli arbitri, ai sensi del regolamento federale, formale preavviso di reclamo per evidente errore nella trattazione, trascrizione e imputazioni dei falli gravi temporanei a danno dei tesserati della società pitagorica, che per come erroneamente verbalizzati dai giudici del tavolo giuria, compromettevano sostanzialmente l’esito dell’incontro e della prestazione di squadra e inevitabilmente il risultato finale. Solo a titolo esemplificativo in un frangente del secondo tempo di gioco la giuria erroneamente verbalizzava fallo grave di gioco all’atleta Massimo Giacoppo in luogo dell’atleta Edoardo Caliogna condizionandone la prematura uscita dal campo per raggiunto limite dei falli gravi. Identica circostanza veniva lamentata anche per la verbalizzazione dei falli gravi comminati al capitano Giuseppe Candigliota.

Da quanto si evince dal notificato provvedimento di non omologazione del risultato dell’incontro, i giudici arbitri dell’incontro, relazionavano e segnalavano come l’operato del tavolo di giuria era apparsa non adeguato ed impreciso. Pertanto, la partita di dovrà rigiocare e dovrà ripartire dal risultato di 4-0 per la Rari Nantes Auditore dal minuto 6.16 del secondo tempo: momento esatto in cui gli arbitri comminavano sanzione temporanea a Caliogna e la giuria, erroneamente, verbalizzava espulsione a Massimo Giacoppo.

«Abbiamo ritenuto doveroso presentare preavviso di reclamo – dichiara il presidente, Vincenzo Arcuri – per l’enorme rispetto che abbiamo per questo sport. Abbiamo accolto il pareggio di fine partita con orgoglio e soddisfazione: per noi sfidare la Canottieri Napoli qui a Crotone da primi in classifica della serie A2 era ed è motivo di vanto ed orgoglio. Ci mancherebbe altro. Ma altrettanto trasparente era il nostro disappunto e la nostra amarezza per aver assistito a continui errori da parte della giuria, a causa dei quali una partita fantastica, emozionante e storica dal punto di vista sportivo è stata più volte interrotta e infine inevitabilmente condizionata».