Notizie Politica Primo Piano

Pd Calabria, il commissario Graziano: «La priorità sono le primarie del 3 marzo»

«Avviamo oggi il nostro lavoro allo scopo di costruire un percorso politico che consenta di rideterminare la gestione ordinaria del partito in Calabria. Il primo obiettivo che ci prefiggiamo è quello di allargare la partecipazione alle primarie del 3 marzo. Su questo vogliamo avviare un lavoro comune per ricostruire la normalità democratica nella gestione del partito in Calabria«. Lo ha detto il commissario del Pd della Calabria, Stefano Graziano, parlando con i giornalisti prima del suo primo incontro a Lamezia Terme con i segretari provinciali della regione.

«La priorità per me – ha aggiunto Graziano rispondendo alle domande dei giornalisti – sono le primarie del 3 marzo. Dopodichè si ragiona su come realizzare nel più breve tempo possibile le condizioni per creare una normalità congressuale a livello regionale. Il partito nazionale ha nominato un Commissario in Calabria semplicemente perché non si è fatto il congresso regionale. Non è stata una scelta arbitraria. C’era un impegno a celebrare il congresso, che però non si è fatto, contrariamente a quanto è avvenuto in altre regioni. Per questo si è scelto di nominare un Commissario. E’ ovvio che se non si rispetta una regola, si procede con una logica di sussidiarietà. Occorre cioé che qualcuno prenda in mano la situazione e faccia in modo che nel partito si crei una condizione di normalità gestionale. Non drammatizzerei, né enfatizzerei la situazione che si è determinata».

«Il tema della ricandidatura di Oliverio alla presidenza della Regione non è un argomento all’ordine del giorno della riunione odierna». Taglia corto il commissario del Pd della Calabria, Stefano Graziano, quando i giornalisti gli chiedono qual è la sua opinione sulla possibile ricandidatura di Mario Oliverio per il centrosinistra alla presidenza della Regione. Ed alla domanda se tra i suoi contatti dopo la sua nomina ci sia stato anche il presidente Oliverio risponde: «ho parlato con tutti avviando un dialogo normale da parte di chi arriva in un territorio su indicazione del partito nazionale per definire quali sono i percorsi da seguire». (Ansa)

Condividi su:
  •  
  •  
  •