News Politica Primo Piano

Pesante rilievo di Repubblica.it, Nino Spirlì è chiamato a rispondere con estrema chiarezza

L'autorevole quotidiano romano ha commentato l'assenza del presidente facente funzioni della Regione all'inaugurazione dell'anno giudiziario di Catanzaro ed ha parlato di "sgarbo" Scritto da:

Nino Spirlì, presidente facente funzioni della Regione Calabria, si conquista la prima pagina di Repubblica.it, ma farebbe bene a chiarire rapidamente. Il lungo articolo dell’autorevole quotidiano romano, firmato da Alessia Candito, è intitolato in maniera molto eloquente: «Bonafede all’inaugurazione dell’anno giudiziario di Catanzaro. Assenza polemica del governatore Spirlì». Tra i presenti, segnala la giornalista nell’articolo, «non si vede però il presidente facente funzioni di Regione Calabria, il leghista Nino Spirlì, capo della maggioranza che nel corso degli ultimi dodici mesi ha perso un consigliere regionale, il presidente del consiglio e un assessore, tutti finiti in manette per reati aggravati da accuse di mafia. Ha preferito – informa con un video sul suo profilo Facebook – dirigersi a Rota Greca, paesino del cosentino quattro giorni fa investito da un’ondata straordinari di maltempo, delegando l’onere di assistere alla cerimonia all’assessore regionale al Lavoro, Sviluppo e Turismo, Fausto Orsomarso. Ma per più di uno l’assenza del presidente facente funzioni, è stata “significativa”. Se non uno sgarbo».

Fino a qualche minuto fa non si è avuta notizia di un commento ufficiale di Nino Spirlì al pesante rilievo mosso da “Repubblica”. Un chiarimento non formale ed esaustivo sarebbe d’obbligo e doveroso da parte di un presidente facente funzioni della Regione Calabria. La presenza, proprio nell’aula bunker di Lamezia Terme, del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, al di là dei contenuti del suo intervento, ha un valore simbolico importantissimo in un contesto in cui la lotta dura della magistratura calabrese alla ‘ndrangheta, alla massomafia, alla politica corrotta e alla burocrazia deviata assume valenza storica. Spirlì, che spesso dedica troppe parole ad argomenti non assolutamente rilevanti, ha il dovere di replicare: l’argomento è serissimo e non consente che possano passare, anche involontariamente o superficialmente, segnali pubblici e mediatici assai poco accettabili e assolutamente incomprensibili. La presenza del ministro Alfonso Bonafede all’inaugurazione dell’anno giudiziario di Catanzaro, in quell’aula bunker di Lamezia nella quale si sta celebrando un processo simbolo della lotta alla ‘ndrangheta, va salutata, al di là di ogni possibile schieramento politico, come un segnale straordinario di attenzione e di rispetto!

Per leggere integralmente il servizio di Repubblica.it: https://www.repubblica.it/politica/2021/01/30/news/bonafede_a_sorpresa_inaugurazione_anno_giudiziario_prescrizione-285006116/

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Condividi su Whatsapp
1 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA