mercoledì, 24 luglio 2024

Pietrapaola: a Carnevale torna la tradizione del “Nannarellu”

immagine articolo Pietrapaola: a Carnevale torna la tradizione del “Nannarellu”

Domenica 17 febbraio, grazie all’ impegno di un gruppo di cittadini, tornerà a vivere la secolare tradizione del “Nannarellu”, a Pietrapaola. Ovvero si inscenerà un “carnevalesco” funerale, con tanto di “focarina” (pira funebre), durante il quale verrà prima pianto e poi bruciato un bambolotto rappresentante un nonnino. Durante la cerimonia ci saranno canti e balli al ritmo dei tamburellisti di Sant’Ippolito e del gruppo musicale il triangolo delle Calabrie. Il corteo partirà alle ore 16:30 dalla piazza centrale del paesedove faranno da contorno all’ esilarante piagnisteo della “vedova” il ritmo incalzante ed ancestrale dei tamburellisti di Sant’Ippolito. Per le 18 il corteo si fermerà e verrà cremato il “Nonnarello”, quindi la serata continuerà con la degustazione di ottimo vino locale. Il tutto animato dal gruppo musicale “il triangolo delle calabrie”. «L’antichissimo rito affonda le sue radici in antichi rituali propiziatorii pagani. Poi incorporati dalle comumità cristiane locali – come ha spiegato Daniel Kemeny, ill responsabile organizzazione dell’ evento- Ciò ha fatto sì che questa celebrazione con il tempo si sia riconfigurata come una vera e propria festività. Ed anche quest’anno abbiamo deciso di riproporre l’ evento per tenere alta la tradizione e ci teniamo ad invitare tutta la popolazione di Pietrapaola e dei paesi limitrofi». Il meraviglioso centro storico di Pietrapaola con le sue viuzze sovrastate da falesie farà da cornice a queste evento organizzato dai cittadini che quotidianamente vivono la realtà di Pietrapaola e cercano di mantenerne in vita le antiche tradizioni.