Attualità Notizie Primo Piano Reggio Calabria

Porto di Gioia Tauro, dopo i reintegri arrivano nuovi licenziamenti per calo del traffico

Si aggrava la prospettiva del porto di Gioia Tauro. Nel corso di un incontro tra i vertici della MedCenter e le organizzazioni sindacali, l’azienda ha comunicato che in virtù dei reintegri del personale licenziato nel luglio del 2017 stabiliti dal Tribunale di Palmi, ha intenzione di aprire una nuova procedura di licenziamento collettivo, dovuto al calo dei volumi che sono scesi nel 2018 del 12% rispetto ai container movimentati l’anno precedente.

L’annuncio ha creato forte irritazione tra i sindacati che hanno rigettato la soluzione prospettata dall’azienda. Le sigle sindacali hanno sottolineato invece «le responsabilità di un’azienda che non ha mantenuto gli impegni sugli investimenti, che non ha attratto nuovi volumi per garantire l’occupazione di tutto il personale». Martedì prossimo per discutere della prospettiva del porto e della stabilità dei livelli occupazionali, il Prefetto di Reggio Calabria ha convocato un incontro con tutti gli attori coinvolti nel corso del quale si capirà se esistono le condizioni per evitare i nuovi licenziamenti. (Ansa)