Cronaca Notizie Primo Piano Vibo Valentia

Processo Petrolmafie: emesse diciotto condanne e tre assoluzioni

Il processo era stato istruito dalla Dda di Catanzaro contro le cosche vibonesi per illeciti commessi nel settore del commercio di idrocarburi

Si è svolto oggi a Catanzaro il processo in abbreviato “Petrolmafie”, la cui sentenza emessa dal gup di Catanzaro, Paola Ciriaco, ha stabilito 18 condanne e tre assoluzioni. Il processo, istruito dalla Dda di Catanzaro contro illeciti perpetrati dalle cosche del vibonese e loro sodali nel settore del commercio di idrocarburi, prevede accuse per gli imputati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, reimpiego di denaro di provenienza illecita, corruzione, evasione delle imposte e delle accise anche mediante emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, scambio elettorale politico-mafioso e turbata libertà degli incanti. A sei anni, per estorsione, è stato condannato Pasquale Gallone considerato il braccio destro del boss Luigi Mancuso (la Dda aveva chiesto 8 anni di reclusione). Assolto, invece, Gregorio Giofrè, elemento di spicco del locale di San Gregorio d’Ippona per il quale l’accusa aveva invocato 8 anni di carcere. Il gup ha disposto il risarcimento per le parti civili la Cooper Poro Edile S.C, (liquida in 15mila euro); l’Agenzia delle dogane (100mila euro di provvisionale); l’Agenzia delle Entrate (100mila euro di provvisionale); Presidenza del Consiglio dei ministri e Ministero dell’Interno (20mila euro); Comune di Limbadi (30mila euro); Comune di Sant’Onofrio (30mila euro); Provincia di Vibo Valentia (40mila euro); Comune di Vibo Valentia (50mila euro); Regione Calabria (25mila euro); l’associazione antiracket e antiusura della provincia di Vibo Valentia (15mila euro).

Condividi su
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com