Cronaca Notizie

Processo “Stige”, la Cgil si costituisce parte civile

Scritto da:

«Con soddisfazione abbiamo visto confermare ancora una volta il diritto della Cgil a costituirsi parte civile nei processi per i fenomeni di criminalità organizzata che attaccano il mondo del lavoro e che, inevitabilmente, comprimono i diritti fondamentali di tutti lavoratori e di interi territori». Lo ha comunicato in una nota congiunta il sindacato calabrese ed emiliano-romagnolo in merito all’accoglimento da parte del Gup di Catanzaro delle costituzioni di parte civile nel processo “Stige” che coinvolge 188 imputati e la cosca ndranghetista Farao-Marincola.

«Le continue infiltrazioni della criminalità organizzata nel tessuto economico-produttivo – continua la nota del sindacato – determinano inoltre la sostanziale demolizione dell’insieme delle regole che governano le garanzie dei lavoratori faticosamente conquistate nel solco dei principi dettati dalla Carta Costituzionale. Per questi motivi la Cgil intende reagire e contrastare questi fenomeni con ogni mezzo a disposizione, anche quello processuale».

«La Cgil della Calabria, dell’Emilia Romagna e la Cgil nel suo complesso – conclude la nota – continueranno così nel processo “Stige” la loro quotidiana azione di tutela dei lavoratori e contrasto alle mafie».

 

Condividi su
3 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com