Province

Provincia di Catanzaro: approvato il bilancio di previsione 2018

Scritto da:

Il Consiglio provinciale di Catanzaro, guidato dal presidente Enzo Bruno, ha approvato, questa mattina, il bilancio di previsione 2018. Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa della Provincia. “Un documento economico-finanziario – si aggiunge – definito ‘tecnico’, ‘molto complesso da redigere, prodotto con grande fatica e impegno”. “Abbiamo evitato – ha detto il presidente Bruno – alcune alienazioni importanti. Siamo riusciti ad ottenere la rinegoziazione dei mutui, assicurandoci una stabilità che consentirà ai dipendenti la giusta tranquillità e la possibilità di gestire i servizi. Avremmo dovuto avere più risorse, pari a 9 milioni, ma con il riparto nazionale deciso nei mesi scorsi abbiamo avuto la disponibilità di solo un milione e mezzo. Aspettiamo la decisione del Tar Lazio, al quale si sono rivolte le Province impugnando il riparto, ma oggi è da rimarcare il fatto che abbiamo comunque chiuso il documento, e speriamo che per il 2019 la Legge di Stabilità possa dare più risorse agli enti intermedi e quindi anche alla nostra Provincia”. Nella relazione allegata al Bilancio, è stato rilevato infatti che per la Provincia di Catanzaro, nell’ultimo trasferimento dal livello centrale, c’é stata una riduzione di circa sei milioni rispetto all’anno precedente. Riferendo dell’esito dell’Assemblea nazionale dell’Upi tenuta a Bergamo, il presidente Bruno ha rimarcato come “l’applicazione della legge Delrio ha dimostrato l’importanza delle Province, tutt’altro che Enti inutili e sopprimibili. Lo abbiamo dimostrato con chiarezza in questi anni di difficoltà e sacrifici in cui ci siamo spesi guardando a tutto il territorio, per dare risposte nonostante le poche risorse a disposizione. Abbiamo dimostrato di essere anello fondamentale della catena della sussidiarietà. Bisogna restituire autorevolezza alle Province e tornare ad assicurare autonomia finanziaria e risorse per assicurare i servizi ai cittadini. Questa è la strada presa con il disegno di legge presentato al Senato che guarda anche al ritorno al suffragio universale restituendo la parola ai cittadini e al territorio”. Di bilancio “altamente tecnico” ha parlato il dirigente Pino Canino. “Garantiamo gli stipendi, il pagamento dei mutui contratti – ha detto Canino – ma la manutenzione è ridotta al minimo rispetto agli anni precedenti. L’anno scorso avevamo cinque milioni di euro per le strade, quest’anno sono decisamente ridotti. Perché, nonostante siano stati trasferiti dal Governo alle Province 284 milioni in più, al nostro Ente sono toccati sei milioni di trasferimento in meno. Cerchiamo di difenderci”. Un bilancio definito “senza alcuna politica espansiva”, ha spiegato ancora Canino scendendo nel dettaglio tecnico. “Dopo avere ascoltato con attenzione la relazione del dirigente del settore Ragioneria – si afferma ancora nel comunicato – tutti i consiglieri di maggioranza hanno evidenziato come si tratti di ‘un Bilancio tecnico, ma fondamentale per garantire la continuità amministrativa dell’ente’. La minoranza, che non ha votato il documento, lo ha definito, invece, ‘esiguo nei contenuti'”. (ANSA)

Condividi su
1 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com