Cronaca Crotone Notizie

Rapinano e picchiano il proprietario di un concessionario per un debito: arrestati 3 crotonesi

Scritto da:

La Polizia di Crotone ha arrestato tre persone autori di una rapina ai danni di un concessionario. I tre rapinatori, M.N. cl ’92, M.D. cl ’67, padre del M.N., e P.C. cl ’72, suocero di M.N., attualmente reclusi presso il carcere di Crotone, sono stati arrestati dagli uomini della Squadra Volante e della Squadra Mobile, al termine di una rapida ricerca iniziata su segnalazione di una rapina avvenuta lungo la SS106 ai danni di un concessionario, un cittadino di nazionalità bulgara, il quale ha dato l’allarme dichiarando di essere stato aggredito e malmenato da quattro persone, giunte presso l’autosalone dove lavora, che al termine del pestaggio si erano impossessate di una delle autovetture esposte, una Fiat 500, per poi allontanarsi a bordo dell’auto sottratta e di altre due autovetture con le quali erano arrivati.

Giunti sul posto, i poliziotti della Squadra Volante hanno preso contatti con la vittima, raccogliendo alcune utili informazioni che sono state diramate a tutte le pattuglie presenti sul territorio. L’attività di ricerca si è conclusa dopo poco tempo in quanto gli agenti hanno individuato l’autovettura sottratta nel quartiere Acquabona. All’interno dello stesso quartiere sono state individuate, subito dopo, le altre due autovetture segnalate. Sono stati rintracciati i rispettivi proprietari – nonché l’uomo che aveva sottratto l’auto – i quali sono stati tutti accompagnati in Questura per i successivi accertamenti.

E’ emerso, quindi, che l’aggressione era nata a causa di un debito che la vittima aveva maturato con uno degli aggressori il quale, però, recatosi nella tarda mattinata presso il concessionario insieme ai suoi parenti per chiedere conto del suo credito, ha aggredito, a un certo punto, il suo debitore con calci e pugni supportato dai suoi complici, uno dei quali lo ha colpito con un badile, procurandogli una frattura nasale e degli evidenti traumi al viso e al corpo. Infine, forti delle loro pretese, i quattro si sono appropriati della Fiat 500 esposta nel piazzale e si sono dati alla fuga. Nel corso degli accertamenti, gli agenti della Squadra Mobile e della Squadra Volante hanno identificato anche il quarto componente della spedizione punitiva e della rapina in B.A. cl ‘83.

La vittima, al termine delle visite presso il pronto soccorso, è stato dimesso con una prognosi di guarigione di 15 giorni. I tre aggressori sono stati dichiarati in stato di fermo e condotti in carcere dove attualmente si trovano a seguito dell’applicazione, su richiesta della Procura, di una misura cautelare da parte del Giudice per le Indagini Preliminari.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Condividi su Whatsapp
30 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA