Notizie Politica Primo Piano TICKERS

Regionali: a due mesi dal voto rimangono molte le incognite dal mondo politico

Mancano due mesi alle elezioni Regionali in Calabria e – per certi versi – i maggiori partiti non hanno ancora trovato la quadra sui rispettivi candidati alla presidenza. All’infuori del Movimento 5 Stelle – che ha trovato il suo candidato nel professore Francesco Aiello, il quale ha sciolto la riserva nella tarda mattinata di oggi – di Mario Oliverio – che intende ricandidarsi anche senza l’appoggio del Partito Democratico – di Carlo Tansi con un progetto civico – il quale partirà oggi pomeriggio con un tour elettorale dal San Luca – dagli partiti rimangono molte le incognite. Il Pd vuole trovare un accordo con i pentastellati, questi ultimi vogliono correre da soli, e nello stesso tempo i dem sembrano avere un piano B qualora non si trovi il punto in comune con i Cinquestelle. Sul fatto di correre uniti era intervenuto anche Roberto Speranza, ministro della Salute e segretario di Articolo Uno, al quale ha fatto eco il segretario regionale Pino Greco, invitando all’unione.

Il centrodestra, invece, dovrebbe sciogliere le riserve nelle prossime ore: a quanto appreso, è previsto un incontro a Bologna tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni – in occasione dell’inizio ufficiale della campagna elettorale per le Regionali in Emilia Romagna a supporto della candidata Lucia Borgonzoni. Da qui potrebbe uscire, o meno, il nome del candidato unitario di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. Nei giorni scorsi si è parlato, per quanto riguarda il Carroccio, del nome di Caterina Chiaravalloti, presidente del Tribunale di Latina e figlia dell’ex governatore calabrese Giuseppe Chiaravalloti; il partito della Meloni punterebbe su Wanda Ferro, deputata ed ex consigliera regionale, nonché candidata alle elezioni del 2014 vinte da Mario Oliverio. Forza Italia deve sciogliere il nodo Mario Occhiuto, anche se alcuni rumors indicherebbero l’esclusione dai nomi papabili anche del fratello Roberto Occhiuto, deputato, e del sindaco di Catanzaro Sergio Abramo. La discussione, finora, è stata incentrata sui nominativi. Ma, al di fuori di Tansi, nessuno parla, o ha parlato, di temi, di proposte, di concretezza. Si attende, ancora.

G.L.

5 Condivisioni