venerdì, 21 giugno 2024

Rintracciata la madre del neonato trovato morto tra gli scogli

Si tratta di una 13enne; è stata portata in ospedale perché affetta da setticemia

immagine articolo Rintracciata la madre del neonato trovato morto tra gli scogli

È stata rintracciata la madre del neonato il cui corpo senza vita è stato trovato domenica, con il cordone ombelicale ancora attaccato, all’interno di uno zaino abbandonato tra gli scogli a Villa San Giovanni, nella vicinanze degli imbarcaderi per la Sicilia. Si tratta di una tredicenne italiana. La ragazza è stata individuata nell’abitazione dei genitori, a Villa San Giovanni, dai carabinieri e dalla Squadra mobile di Reggio Calabria, che stanno svolgendo le indagini su delega della Procura della Repubblica e della Procura per i minorenni. La giovane è stata portata in ospedale e ricoverata perché affetta da setticemia, conseguenza del parto che sarebbe avvenuto nello scorso fine settimana in circostanze sulle quali sono in corso le indagini degli investigatori. Sui particolari della vicenda inquirenti ed investigatori mantengono, al momento, uno stretto riserbo. Nella giornata di oggi dovrebbe essere disposta l’autopsia sul corpo del neonato. Lo scopo, in particolare, é di accertare se il neonato, quando é stato partorito, era già morto o se il decesso sia sopraggiunto successivamente. E, in quest’ultimo caso, quali sono state le cause che l’hanno provocato. Polizia e carabinieri, comunque, sono al lavoro per ricostruire l’intero quadro delle responsabilità connesse alla vicenda. (ANSA)