Attualità Crotone Economia e Lavoro Notizie Politica Primo Piano TICKERS

Royalties alle marinerie del Crotonese, il Consiglio Comunale approva documento: si modifichi l’Apq del 2017

Unico punto all'ordine del giorno dell'assemblea pitagorica alla presenza dei pescatori Scritto da: GIUSEPPE LARATTA

Il Consiglio Comunale di Crotone, convocato oggi pomeriggio con un unico punto all’ordine del giorno – ovvero la questione dell’erogazione delle royalties per i pescatori – ha approvato all’unanimità dei presenti (21 consiglieri) un documento con la proposta di fornire un atto di indirizzo a sindaco e Giunta, con lo scopo di ribadire il proprio impegno affinchè le royalties vadano ai pescatori, così come ribadito in Cittadella Regionale lo scorso 13 luglio; in quella occasione le marinerie ottennero l’erogazione per le annualità 2020 e 2021 al 25% della somma. Nel documento approvato nella tarda serata di oggi, il Consiglio Comunale chiede al Comune di Crotone di farsi promotore per la modifica dell’Accordo di Programma Quadro del 2017 per riconoscere ai pescatori i contributi erogati da Eni quale indennizzo per il mancato pescato (riferito alle annualità che vanno dal 2014 al 2019), di richiedere alla Regione la convocazione conferenza dei servizi dei Comuni del Crotonese che ricevono le royalties per preparare il nuovo Apq 2022; di chiedere un tavolo con Eni alla presenza di una rappresentanza larga dell’Assise comunale per ri-negoziare gli indennizzi non per in base alle quantità di idrocarburi estratti, ma in base alla superficie marina e non occupata.

Di seguito pubblichiamo per intero il documento approvato: “Il Consiglio Comunale ribadisce il proprio impegno affinché le royalties siano corrisposte direttamente ai pescatori.

In ogni modo, in ordine al diritto dei pescatori di ottenere dette erogazioni, ribadire quanto già stabilito a riguardo nel verbale accordo del 13 luglio 2021 intercorso tra sindaci, rappresentanti dei pescatori, l’assessore regionale Orsomarso e l’ing. Comito in rappresentanza della Regione Calabria e pertanto rivendicare il diritto dei pescatori all’ottenimento di tale irrinunciabile ristoro.

Esprimere la propria contrarietà all’ipotesi di un bando finalizzato all’erogazione delle royalties spettanti alle marinerie nella misura in cui tali ulteriori incombenze burocratiche vadano ad escludere piuttosto che a limitare il diritto di una parte degli aventi diritto.

Richiedere che il Comune di Crotone si faccia promotore della modifica dell’accordo di programma quadro siglato il 22 febbraio 2017 dalla Regione Calabria e dai sindaci dei comuni interessati alle royalties della provincia di Crotone ai fini del riconoscimento ai pescatori dei contributi erogati dall’Eni a titolo di risarcimento/indennizzo per il mancato pescato per le annualità di estrazione maturande, impegnandosi a ricercare strumenti e strategie per le annualità maturare dal 2014 al 2019.

Richiedere alla Regione Calabria la convocazione della Conferenza dei Servizi cui siano chiamati a partecipare i sindaci dei comuni della provincia di Crotone beneficiari delle royalties e le rappresentanze dei pescatori al fine di pervenire alla stipula del nuovo accordo di programma anno 2022.

Richiedere che sia costituito con la necessaria urgenza un tavolo tecnico tra tutti i soggetti firmatari dell’accordo di programma e perciò tra tutti i comuni interessati, la Regione Calabria e le rappresentanze dei pescatori, al quale il Comune di Crotone sia partecipe con una delegazione che rappresenti il Consiglio comunale in tutte le sue componenti; tavolo da istituirsi in contraddittorio con l’Eni e che abbia ad oggetto le limitazioni in mare dell’attività di pesca e conseguentemente il giusto indennizzo a beneficio dei pescatori per il mancato pescato conseguente all’attività estrattiva, da quantificarsi, quantomeno, su base storica rivedendo il criterio d’indennizzo da non intendersi più sul volume dell’idrocarburo estratto ma piuttosto sulla superficie marina e sottomarina occupata e che altresì si occupi di ogni ed ulteriore ed eventuale tematica inerente alla pesca e alle marinerie. Monitorare tutto l’iter procedimentale che avrà ad oggetto il ristoro per i pescatori e le interlocuzioni con gli enti preposti e con l’Eni”.

Condividi su Whatsapp
26 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA