Attualità Cosenza Cronaca Notizie Sanità TICKERS Ultima Ora Coronavirus

Sanità, occupate le Aziende Ospedaliera e Sanitaria di Cosenza: chiedono l’intervento del ministro Speranza

Si tratta del comitato "Cittadine e cittadine calabresi per la sanità pubblica" Scritto da:

(fonte foto: pagina Facebook FEM.IN. Cosentine in lotta)

Una ventina di persone hanno occupato la sede della direzione generale dell’Azienda ospedaliera di Cosenza. Si tratta di un gruppo di residenti nel cosentino riuniti nel comitato “Cittadine e cittadine calabresi per la sanità pubblica”. I manifestanti chiedono una sanità pubblica efficiente, l’azzeramento del debito sanitario, la fine del commissariamento, la riapertura degli ospedali e l’assunzione di personale. I manifestanti hanno annunciato l’intenzione di mantenere l’occupazione a tempo indeterminato e chiedono l’intervento del ministro alla Salute Roberto Speranza affinché “venga in Calabria a rendersi contro della situazione, che è assolutamente diversa rispetto al resto d’Italia, e possa trovare nell’immediato una soluzione almeno per evitare che le persone muoiano in attesa di un posto letto”. Dal tetto dell’edificio che occupa gli uffici dell’Azienda sono stati srotolati alcuni striscioni. Su uno c’è scritto “Non c’è più tempo, riaprire gli ospedali e assumere personale subito” e sull’altro “Calabria senza Speranza”. L’ospedale di Cosenza, a causa dell’emergenza Covid 19, sta vivendo in questi ultimi giorni momenti di grande difficoltà per la saturazione dei posti letto nei reparti dedicati al contrasto del virus.

+++ AGGIORNAMENTO +++

“Mentre prosegue, da questa mattina, il presidio all’interno della sede dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, in questo momento un gruppo di cittadine e cittadini sta presidiando i locali dell’ASP di Cosenza”. E’ quanto scrive il collettivo FEM.IN. Cosentine in lotta su Facebook. “Qualcuno – prosegue il post – deve prendersi la responsabilità dello sfacelo del nostro sistema sanitario e quel qualcuno deve essere il Governo. Il Ministro Speranza deve immediatamente intervenire per garantire il diritto alla salute di tutte e tutti. Non vogliamo più vedere i nostri familiari morire nelle ambulanze e nelle tende pre-triage. Calabresi in mobilitazione per la sanità pubblica”.

Condividi su Whatsapp
1 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA