Cronaca Notizie Reggio Calabria TICKERS

Sbarco di migranti a Brancaleone del 3 luglio scorso: fermati i presunti scafisti

Si tratta di tre uomini - rispettivamente di nazionalità russa, ucraina e turca Scritto da: REDAZIONE

I Carabinieri hanno fermato a Bianco tre uomini – rispettivamente di nazionalità russa, ucraina e turca – ritenuti responsabili di essere gli scafisti dello sbarco di migranti avvenuto la sera del 3 luglio di fronte alla costa di Brancaleone. In particolare, un’imbarcazione a vela con a bordo numerosi migranti di etnia curda intenti a raggiungere la spiaggia, è rimasta incagliata tra vari frangiflutti. Ad accorgersi dello sbarco oltre a numerosi cittadini anche i Carabinieri della Compagnia di Bianco che erano impegnati in un servizio di controllo del territorio in prossimità delle varie località balneari. Gli uomini dell’Arma hanno raggiunto immediatamente il luogo dello sbarco e condotto una accurata attività d’indagine che ha permesso di identificare i tre scafisti. Ad attirare l’attenzione dei militari è stato, in particolare, il comportamento sospetto dei tre uomini che hanno raggiunto la riva a nuoto e cercato immediatamente di darsi alla fuga in direzioni opposte.

La successiva attività investigativa svolta ha permesso di ricostruire l’evento e acquisire elementi sull’identificazione degli scafisti, i quali oltre a trasportare i migrati dalle coste turche a quelle italiane, li hanno per tutta la navigazione trattenuti sottocoperta permettendo loro solo brevissime pause all’aria aperta. Gli scafisti sono quindi stati portati in caserma ed al termine delle operazioni di rito, sono stati dichiarati in stato di fermo, e su disposizione del pm di turno presso la Procura di Locri, trasportati in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, alla quale dovranno rispondere del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e di sequestro di persona. Uno dei tre è stato anche segnalato all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere, in quanto trovato in possesso di un coltello pieghevole a forma di carta di credito nascosto tra le tessere personali.

Condividi su
  •  
5 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA