Cronaca Fede Notizie Primo Piano

Sciolto dal Vaticano il Movimento Apostolico. Un’altra tegola su un Modello Catanzaro che è in forte crisi!

Scritto da: REDAZIONE

Scioglimento del Movimento Apostolico a Catanzaro! Una decisione del Vaticano comunicata ufficialmente dall’arcivescovo metropolita di Catanzaro e Squillace mons. Vincenzo Bertolone. La Chiesa quando si muove lo fa dopo tanta riflessione e attenzione. Un passo del genere sarà stato senz’altro molto meditato considerato il ruolo importante che il Movimento Apostolico ha avuto soprattutto nel capoluogo catanzarese. Con Decreto della Congregazione per la Dottrina della Fede, datato 21 settembre 2020, la Santa Sede aveva disposto una complessa e autorevole azione ispettiva (definiamola così con linguaggio burocratico, ma tecnicamente denominata “Visita Apostolica”) : al termine della stessa, la decisione di sciogliere il Movimento che era stato riconosciuto nel 2001 ed era nato alcuni decenni prima (1979). La stampa locale ha parlato di “terremoto”. E “terremoto” in effetti è. Il Movimento Apostolico per molti anni ha attirato tanti fedeli, ha avuto un ruolo sociale molto significativo nella città di Catanzaro, e non solo, ha allevato vocazioni di sacerdoti che hanno svolto funzioni significative, ha avuto una presenza attiva a vari livelli. Diverse personalità, nel tempo, sono state ritenute vicine al Movimento Apostolico.

La Visita Apostolica ha avuto luogo dal 13 ottobre 2020 al 17 aprile 2021: ne sono stati protagonisti mons. Ignazio Sanna, arcivescovo emerito di Oristano, e i convisitatori mons. Mauro Cozzoli e P. Agostino Montan, rispettivamente professori emeriti di Teologia morale e Diritto canonico della Pontificia Università Lateranense. Il Decreto di scioglimento porta la seguente data: Città del Vaticano, 10 giugno 2021. Il Decreto ha in calce tre firme: quella del Prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede, cardinale Luis F. Ladaria; quella del Prefetto della Congregazione per il Clero, cardinale Beniamino Stella; quella del Prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, cardinale Kevin J. Farrell. L’Arcivescovo emerito di Oristano, mons. Ignazio Sanna, è stato nominato Delegato Apostolico con il compito di portare a esecuzione le disposizioni del Decreto. Il Decreto della Santa Sede ha soppresso l’Associazione privata di fedeli denominata “Movimento Apostolico”, riconosciuta con decreto dell’arcivescovo metropolita di Catanzaro e Squillace, mons. Antonio Cantisani, il 18 gennaio 2001. Si ritiene – citiamo testualmente – che “le presunte rivelazioni che hanno originato il Movimento Apostolico attraverso la fondatrice, signora Maria Marino, sono da ritenersi non di origine soprannaturale”. Inoltre, è stata soppressa l’Associazione pubblica di fedeli “Maria Madre della Redenzione”, già Istituto secolare ugualmente denominato, eretta con Decreto dell’arcivescovo di Catanzaro-Squillace il 1° novembre 2011. L’atto del Vaticano, inoltre, specifica che nell’Udienza concessa al Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede in data 27 maggio 2021, il Santo Padre (Papa Francesco) ha approvato in forma specifica le disposizioni del Decreto stesso. C’è infine da sottolineare che il provvedimento adottato e comunicato da mons. Bertolone, ha anche tenuto conto delle “gravi e profonde divisioni createsi in seno alla Chiesa diocesana di Catanzaro-Squillace, in particolare all’interno del clero diocesano, a causa delle attività del Movimento Apostolico”.

Anche lo scioglimento del Movimento Apostolico, con la rilevanza mediatica che ha avuto, è uno dei segnali di una comunità catanzarese in forte crisi, dal punto di vista sociale, civile ed economico, ma anche politico. Quella sorta di Modello Catanzaro, che spesso è stato indicato anche come esempio da seguire, è messo in discussione su più fronti. Stanno per cadere altre tegole? Chi vivrà vedrà!

Fotografia pubblicata: mons. Vincenzo Bertolone

Condividi su Whatsapp
25 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA