giovedì, 13 giugno 2024

Scoperta base della ‘ndrangheta in Belgio: arrestato narcotrafficante

immagine articolo Scoperta base della ‘ndrangheta in Belgio: arrestato narcotrafficante

Ad Heerlen – città olandese al confine con il Belgio – personale dell’Anti Mafia team e del Dipartimento Investigativo Nazionale di SON della Polizia nazionale olandese – insieme ad agenti della Direzione Investigativa Antimafia – hanno eseguito un ordine di indagine europeo richiesto dalla DDA di Torino nei confronti di un cittadino belga di origine italiana, Pietro Spitale. L’uomo, da anni domiciliato all’estero, è ritenuto sodale ad una organizzazione criminale dedita al narcotraffico e destinatario di un ordine di carcerazione emesso dall’Autorità giudiziaria belga, per l’espiazione di una condanna definitiva a 7 anni di reclusione per traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Durante le operazioni, su precisa indicazione degli investigatori italiani, le forze speciali, dopo avere bonificato l’area, hanno iniziato una minuziosa attività di ricerca anche con uso di escavatori, rinvenendo, sotterrati nel giardino pertinenziale all’abitazione ed in particolare in una zona adibita a pollaio, in precedenza ricoperta con una colata di cemento, quattro fusti resi impermeabili affinché non subissero alterazioni date dall’umidità. All’interno di uno dei fusti è stata repertata sostanza da taglio ed attrezzatura per il confezionamento di panetti di stupefacenti. Nell’abitazione sono stati altresì rinvenuti documenti contabili relativi alla organizzazione criminale nonché documenti di identità italiani e belgi, con apposte le fotografie dell’arrestato, ma intestati ad altre persone. Ad esito dell’attività, Spitale è stato arrestato in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dall’Autorità giudiziaria belga.